Teatro Tuglie 

“Platea d’estate” a Tuglie: in scena “Meglio sepolto che vivo”

Ancora un’altra esilarante commedia, lunedì 11 agosto, in piazza Garibaldi, a cura della compagnia teatrale salentina “Calandra”. Ancora un altro spettacolo per la rassegna...

Ancora un’altra esilarante commedia, lunedì 11 agosto, in piazza Garibaldi, a cura della compagnia teatrale salentina “Calandra”. Ancora un altro spettacolo per la rassegna teatrale "Platea D'Estate", organizzata dal Comune di Tuglie in collaborazione con la Provincia di Lecce. La compagnia Calandra porta in piazza Garibaldi a Tuglie, lunedì 11 agosto, alle 21, il tragicomico noir "Meglio Sepolto Che Vivo". Il regista Giuseppe Miggiano gioca nel prendere per mano i macabri colori a olio di Joël Egloff, in uno spettacolo che aggiunge un colorato e comico noir al già ricco repertorio della Compagnia salentina. La notte nera si trasforma in un garbuglio dove perdersi con umorismo e le intermittenze della morte diventano il metronomo che batte i tempi del tragico e del buffonesco. Nello stesso tempo, con leggerezza. Musicato, con note blues cantate dal vivo dagli stessi attori e composte da Federico Della Ducata, con la regia di Giuseppe Miggiano, Meglio Sepolto Che Vivo è uno spettacolo di narrazione a più voci, una sorta di grottesco road movie fra le strade del Salento raccontato coralmente da un gruppo di cantastorie che, nello stesso tempo, canzonano e condividono le disavventure degli esilaranti personaggi. Una commedia intrisa di umorismo nero che ironizza con allegria su un viaggio rocambolesco ambientato in un Salento quasi fiabesco e quindi, come spesso accade, molto più reale di quanto appaia. Compagnia Teatrale "Calandra" "MEGLIO SEPOLTO CHE VIVO" libero adattamento di Giuseppe Miggiano, tratto da un racconto di Joel Egloff. Regia di Giuseppe Miggiano. Con: Federico Della Ducata, Piero Schirinzi, Donato Chiarello, Ester De Vitis, Antonio Giuri, Luigi Giungato, Daniela Manna, Piera Toraldo Regia tecnica e foto: Andrea Raho Scenografia e illustrazioni: Piero Schirinzi Costumi: Teresa Cardinale Musiche Originali: Federico Della Ducata Tecnico audio-luci: Roberto Alfarano Ufficio stampa: Luigi Giungato Pubbliche relazioni: Ester De Vitis Organizzazione: Salvatore Selce

Potrebbeinteressarti