Cronaca Gallipoli 

Cinquecento ricci a bordo, 4mila euro di multa. E a Lido Pizzo salvata una Caretta Caretta

 Intensa attività della Capitaneria di Porto di Gallipoli: sanzioni ad a un pescatore sportivo che aveva superato di dieci volte il limite consentito. In questa stagione non si possono ...

 Intensa attività della Capitaneria di Porto di Gallipoli: sanzioni ad a un pescatore sportivo che aveva superato di dieci volte il limite consentito. In questa stagione non si possono pescare più di 50 ricci. È questo il limite consentito dalla normativa per non compromettere il delicato equilibrio dell’ecosistema marino locale. Sono gli uomini della Capitaneria di Porto di Gallipoli a controllare che i pescatori sportivi, attivi anche in questo periodo non approfittino della situazione. Così nella mattinata odierna i militari, nel corso di una attività mirata al contrasto della pesca di frodo, hanno sottoposto a controllo natanti impegnati ad aiutare alcuni sommozzatori intenti alla pesca subacquea. Gli uomini della Guardia Costiera, a bordo di un mezzo nautico, hanno sorpreso un pescatore sportivo che deteneva a bordo oltre 500 esemplari di riccio di mare, a fronte dei 50 previsti. La multa comminata al trasgressore è stata di 4mila euro oltre al sequestro dell’attrezzatura subacquea utilizzata per la pesca degli echinodermi. Sempre nella stessa mattinata, è stata ritrovata, dopo una segnalazione, un tartaruga della specie Caretta Caretta in prossimità della spiaggia di Lido Pizzo di Gallipoli. L’animale, in difficoltà,  non era in grado di prendere il largo. La tartaruga è stata trasportata presso gli uffici della Capitaneria di Porto di Gallipoli, dove è stata visitata dai competenti medici veterinari per poi essere trasferita presso l’Osservatorio faunistico provinciale di Lecce che si trova nel Museo di Calimera.

Potrebbeinteressarti