Cronaca Lecce 

Busta con proiettile al presidente della Provincia. Gabellone: "Non mi faccio intimidire"

Una busta con un proiettile indirizzata al presidente Gabellone è stata intercettata dall'ufficio postale di Bari. Mai giunta a destinazione. Sale la tensione in città. Gabellone: "...

Una busta con un proiettile indirizzata al presidente Gabellone è stata intercettata dall'ufficio postale di Bari. Mai giunta a destinazione. Sale la tensione in città. Gabellone: "Non mi preoccupa". Perrone e Frasca: "Solidarietà a Gabellone. Non si faccia intimidire". Un nuovo atto intimidatorio e questa volta all'indirizzo di Antonio Gabellone, presidente della provincia di Lecce. Un episodio inquietante avvenuto alcuni mesi fa di cui dà notizia solo oggi il Nuovo Quotidiano di Puglia. Si tratterebbe di una lettera con un proiettile indirizzata a Gabellone ma mai giunta a destinazione, perché intercettata e bloccata dall'ufficio postale di Monopoli. Lo stesso presidente sarebbe venuto a conoscenza dei fatti solo dalla Prefetto Giuliana Perrotta, informata di quanto accaduto. La macchina delle indagini si è già messa in moto per capire chi possa aver compiuto il gesto. Intanto sale la tensione in provincia, visto che questo episodio è solo l'ultimo di una lunga lista. Qualche giorno fa, per citarne uno, dei proiettili furono inviati all'assessore al bilancio del Comune di Surbo Passiatore.  Non si scompone però Antonio Gabellone, che dichiara: "Non sono preoccupato. Quanto accaduto è solo un sintomo del fatto che stiamo operando correttamente". Intanto nel pomeriggio la Prefettura ha smentito l’episodio: “Le indiscrezioni riportate da alcuni organi d'informazione, relative ad un recente atto d'intimidazione (pallottole) che avrebbe ricevuto il presidente della Provincia di Lecce, dottor Antonio Gabellone, sono destituite di ogni fondamento poiché prive di alcun riscontro”. Sul caso è intervenuto anche il sindaco Paolo Perrone, che incoraggia il presidente della Provincia a non farsi condizionare dal brutto episodio: “La busta con un proiettile indirizzata al presidente della Provincia, Antonio Gabellone rappresenta l’ennesimo inquietante e vile atto nei confronti di un rappresentante delle Istituzioni. Qualsiasi tentativo di intimidazione è destinato però a cadere nel vuoto perché questa è una comunità sana che intende affrontare le emergenze quotidiane con ragionevolezza isolando episodi tendenti a destabilizzare la pacifica convivenza Mi auguro vivamente che il presidente Gabellone non si faccia condizionare dall’ignobile gesto e continui con fermezza ed entusiasmo il suo lavoro a servizio della comunità salentina. All’amico Antonio giunga la solidarietà dell’Amministrazione Comunale di Lecce e la mia personale”. Solidarietà anche dal consigliere provinciale del Pdl Mino Frasca: “Giunga ad Antonio Gabellone e alla sua famiglia la mia vicinanza per questo episodio. Sarà naturalmente il lavoro degli inquirenti a farci scoprire chi ha mandato quella busta e perché lo abbia fatto e a fare chiarezza totale, ma sono sicuro che nel frattempo il presidente non si farà condizionare da questo tentativo di intimidazione. Che sia l’iniziativa di qualche buontempone o un più serio tentativo di suggestionare negativamente la sua attività, è fondamentale capire e poi prendere adeguate misure. La difficile opera che ha compiuto sin qui Antonio Gabellone alla guida dell’ente di Palazzo dei Celestini, ha l’apprezzamento dei salentini e di tutti noi che vi abbiamo contributo. Non può essere un gesto bieco come questo a compromettere, magari nella dedizione quotidiana o nella serenità d’animo, il lavoro apprezzabilissimo del capo dell’amministrazione provinciale e i benefici di cui il Salento sta godendo da qualche anno. Nello stesso tempo - aggiunge - forse è il caso di non sottovalutare niente in questa fase già molto difficile per gli amministratori locali del Salento, che hanno bisogno del massimo della tutela”.  

Potrebbeinteressarti