Cronaca Lecce Nociglia Surano Vignacastrisi 

Sale gioco e videopoker, stretta della finanza: pochi i gestori in regola. E arrivano le sanzioni

Guardia di Finanza e Agenzia delle dogane in campo per un controllo su sale giochi, sale scommesse e bar con videopoker: pochi i locali in regola. Stretta su giochi e scommesse. Nei giorni scorsi la ...

Guardia di Finanza e Agenzia delle dogane in campo per un controllo su sale giochi, sale scommesse e bar con videopoker: pochi i locali in regola. Stretta su giochi e scommesse. Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza e l’Agenzia delle dogane hanno controllato a campione diversi esercizi commerciali all’interno dei quali si possono fare scommesse, rilevando che, dal punto di vista amministrativo, pochi esercizi sono in regola. In particolare, a Vignacastrisi, è stato controllato un locale con annessa sala giochi il cui titolare non aveva pagato l’imposta sugli intrattenimenti e sulla conduzione dell’esercizio. Se il gestore non produrrà nei prossimi giorni la documentazione richiesta, la sanzione nei suoi confronti potrebbe essere di circa 5mila euro. A Surano  controllato un bar, con annessa sala giochi, nel quale era stato installato un apparecchio d’intrattenimento non conforme alla legge. Anche in questo caso, il titolare non ha esibito la ricevuta di pagamento dell’imposta sugli intrattenimenti, che dovrà esibire entro 30 giorni. Rilevato anche il mancato pagamento dei diritti Siae per la diffusione di programmi televisivi. A Lecce controllati due circoli privati i cui gestori non avevano esposto la tabella dei giochi proibiti. In una sala giochi sempre nel capoluogo, invece, contestata la presenza di un apparecchio per il gioco non autorizzato. Infine a Nociglia un bar e una sala giochi non esibivano la tabella dei giochi proibiti e non differenziavano l’offerta di gioco. Sono in corso i necessari accertamenti al fine di quantificare gli importi  delle sanzioni amministrative rilevate. 

Potrebbeinteressarti