Cronaca Lecce Santa Cesarea 

In coma dopo il rave: gravi ma stazionarie le condizioni della 22enne di Cerfignano

Sono ancora molto gravi, ma stazionarie, le condizioni della 22enne ricoverata in Rianimazione al “Vito Fazzi” di Lecce, dove è arrivata nella notte tra sabato e domenica dopo aver ...

Sono ancora molto gravi, ma stazionarie, le condizioni della 22enne ricoverata in Rianimazione al “Vito Fazzi” di Lecce, dove è arrivata nella notte tra sabato e domenica dopo aver preso parte a un rave sulla Lecce-Torre Chianca. Secondo i medici, avrebbe assunto un mix di alcol e amfetamine. E’ tenuta ancora in coma farmacologico la ragazza di 22 anni di Cerfignano, frazione di Santa Cesarea terme, trovata riversa e priva di sensi nei pressi di un capannone sulla Lecce-Torre Chianca, dopo aver preso parte a un rave party. La festa – non autorizzata – si è tenuta in località Pozzo Antico. La ragazza ha raggiunto il rave presumibilmente in compagnia di altri amici, ma è stata ritrovata sola alle prime luci dell’alba, quando ormai la festa volgeva al termine. Sono state alcune telefonate anonime al 118 a far scattare l’allarme e sul posto, oltre all’ambulanza, sono arrivati anche gli agenti della Questura di Lecce che hanno avviato le indagini individuando e ascoltando alcuni dei partecipanti al rave, che in quei minuti stavano andando via. Mentre le indagini proseguono a ritmo serrato per cercare di capire cosa abbia ingerito la ragazza, ma soprattutto chi le ha fornito il mix che poteva esserle letale, la ragazza è ancora in coma farmacologico nel reparto di Rianimazione del “Vito Fazzi” di Lecce. I medici lottano per salvarle la vita e per scongiurare la possibilità di danni permanenti. La famiglia della ragazza è chiusa nel proprio dolore. (aggiornamenti nelle prossime ore)

Potrebbeinteressarti