Calcio Lecce 

Us Lecce contro i giudici: "Accuse di razzismo infondate"

La società giallorossa ricorre contro la sanzione del giudice sportivo, che accusa la tifoseria leccese di aver cantato cori razzisti durante la partita contro il Carpi: "Accusa del tutto ...

La società giallorossa ricorre contro la sanzione del giudice sportivo, che accusa la tifoseria leccese di aver cantato cori razzisti durante la partita contro il Carpi: "Accusa del tutto infondata" L'Unione Sportiva Lecce respinge le accuse di razzismo che, di fatto, sono contenute nella sanzione del giudice sportivo. Sono 6000 gli euro che la società giallorossa dovrebbe pagare per aver, tra le altre cose, inneggiato alla discriminazione razziale nei confronti di uno degli avversari, Arma, durante la scorsa partita contro il Carpi”. Accuse già respinte dalla tifoseria e ribadite anche dall'Us Lecce. “La decisione di proporre il ricorso contro questa multa - si legge in una nota della società - è stata presa perchè si ritiene del tutto infondata la circostanza dei presunti cori a sfondo razzista ed al fine di tutelare e difendere la dignità e l’immagine di una tifoseria e di una intera città, che si è sempre contraddistinta per l’accoglienza, la civiltà e il rispetto verso tutti”.

Potrebbeinteressarti