Società Lecce 

San Bernardino Realino, domani la consacrazione

La nuova parrocchia di Lecce sarà al servizio di un quartiere che si espande tra Lecce e San Cesario. Domani l’arcivescovo di Lecce Domenico Umberto D’Ambrosio consacrerà ...

La nuova parrocchia di Lecce sarà al servizio di un quartiere che si espande tra Lecce e San Cesario. Domani l’arcivescovo di Lecce Domenico Umberto D’Ambrosio consacrerà la nuova chiesa parrocchiale di San Bernardino Realino. La solenne concelebrazione eucaristica prenderà il via alle ore 18.30. La nuova chiesa sarà al servizio di un quartiere che si espande tra Lecce e San Cesario, che diventa sempre più popoloso. Il nuovo complesso parrocchiale è stato realizzato anche attraverso un contributo dell’8 per mille della Cei: “Si può immaginare quali impegno e sforzo -ha dichiarato il parroco don Michele Marino- abbia richiesto l’edificare da zero una nuova casa di Dio, per di più per una comunità che l’aspettava da quarant’anni. È necessario continuare con maggiore slancio il nostro cammino pastorale anche attraverso il proficuo utilizzo delle nuove strutture. Mi auguro che l’apertura del nuovo luogo di culto costituisca l’incentivo per una più intensa ed entusiastica pratica di fede per un crescente numero di parrocchiani; stimoli inoltre gli operatori pastorali ad allargare l’orizzonte del loro impegno rendendolo più coinvolgente soprattutto verso coloro che si sentono ancora lontani dalla realtà ecclesiale e verso coloro che solo da poco abitano nel territorio”.  Il progetto è stato realizzato dagli architetti Daniela Ezia Boscia (capogruppo), Ilaria Levantesi e Stefano Mavilio. Liturgista è stato padre Silvano Maggiani OSM, la consulenza illuminotecnica è stata curata da Chiara Carucci. L'aula liturgica e la cappella feriale sono state progettate secondo i parametri Cei per una parrocchia con un numero di abitanti compreso tra 4.001 e 5.000; il calcolo ha generato una superficie di 477 mq., mentre gli uffici, sagrestia e servizi si sviluppano su 177 mq. La chiesa può ospitare circa 300 persone (oltre alle 50 della cappella feriale). La direzione lavori è stata eseguita dall’architetto Giuseppe Fiorillo e dal geometra Francesco Moretto,  mentre la sicurezza è stata affidata all'Arch. Andrea Fiorillo. Le opere artistiche: altare, ambone, sede, battistero, sono state realizzate, tutte in pietra leccese, dal maestro Marrocco. 

Potrebbeinteressarti