Cronaca Novoli 

Amianto killer, l'ultima vittima è salentina

Muore di asbestosi un uomo originario di Novoli. Aveva lavorato una vita nel cantiere navale di Panzano, a contatto con l'amianto. L'amianto continua a presentare il suo macabro conto. L'ennesima...

Muore di asbestosi un uomo originario di Novoli. Aveva lavorato una vita nel cantiere navale di Panzano, a contatto con l'amianto. L'amianto continua a presentare il suo macabro conto. L'ennesima vittima è un uomo originario di Novoli, Vinicio Greco, di 69 anni, che al compimento dei 18 anni si era trasferito al Nord per lavorare nei cantieri navali di Panzano. Qui, nel cuore degli anni 60, aveva come tanti lavorato a stretto contatto con l'amianto, senza alcuna precauzione. Solo negli anni successivi venne fuori la terribile verità: l'amianto è un potente cancerogeno e i vertici dell'azienda ne erano a conoscenza. Il salentino aveva scoperto di essere malato di asbestosi solo un paio d'anni fa.  Nel frattempo continua l'iter legale contro i vertici di Italcantieri, secondo l'accusa consapevole fin da principio dei danni da amianto. La richiesta è di 70 anni di carcere. Questa ennesima morte potrebbe dunque andare ad allungare l'elenco delle vittime innocenti. Per accertare la correlazione tra la morte di Greco e la causa intentata contro Italcantieri sarà eseguita l'autopsia. (Foto: www.associazioneitalianaespostiamianto.org)

Potrebbeinteressarti