Cronaca 

Grave a Padova il ladro leccese detto "Uomo ragno", caduto durante un furto

La notizia è apparsa ieri sui giornali locali del Veneto ed è rimbalzata anche a Lecce, città d'origine di Antonio Silvestri, grave dopo un volo da un balcone mentre tentava l'enn...

La notizia è apparsa ieri sui giornali locali del Veneto ed è rimbalzata anche a Lecce, città d'origine di Antonio Silvestri, grave dopo un volo da un balcone mentre tentava l'ennesimo furto. Le sue acrobazie sono note nel padovano dove  Antonio Silvestri, 43 anni, originario di Lecce ma da tempo residente in Veneto, è noto nell'ambiete dei ladri e anche per la polizia che nel 2011 lo aveva arrestato. come l'Uomo ragno. Silvestri ha infatti spiccate abilità fisiche che gli hanno permesso di agire come un gatto per derubare numerosi appartamenti nel padovano. Ora però c'è preoccuopazione per questo ladro incallito, che venerdì scorso è precipitato da un'altezza di quattro metri  arrampicandosi ad una grondaia. Ora è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di Padova. Era uscito di prigione solo lo scorso 12 gennaio. Ad accorgersi di lui sono stati gli studenti di un condominio, che hanno notato il corpo in terra privo di sensi e dato immediatamente l'allarme, I medici lo hanno soccorso e poi trasferito nel reparto di Neurochirurgia per via del grave trauma cranico. In tasca aveva una torcia e alcuni moschettoni utilizzati per scalare le pareti. Antonio Silvestri è stato arrestato l’ultima volta a marzo del 2011 nel corso di un furto e poco prima di varcare la soglia della questura si è rivolto agli agenti dicendo: «Ma voi sapete chi sono io? Io sono l'Uomo Ragno». A gennaio del 2004 ha rischiato di morire volando nel vuoto dopo uno dei suoi furti acrobatici. Dopo qualche mese di ospedale però è tornato nel pieno delle forze. (Foto da Corriere del Veneto)

Potrebbeinteressarti