Cronaca Lecce 

Danno erariale: Poli e Buonerba condannati

La Corte dei Conti ha condannato la senatrice Adriana Poli Bortone e l'ex consulente di Palazzo Carafa Massimo Buonerba a risarcire il Comune di Lecce con 745.933,69 euro "L’addebito fin...

La Corte dei Conti ha condannato la senatrice Adriana Poli Bortone e l'ex consulente di Palazzo Carafa Massimo Buonerba a risarcire il Comune di Lecce con 745.933,69 euro "L’addebito finale nei riguardi di Adriana Poli Bortone, a titolo di responsabilità sussidiaria per colpa grave, viene quantificato in 99.065,32 euro". La Corte dei Conti ha così condannato la senatrice Poli a risarcire il Comune di Lecce con quasi 100mila euro. L'altro condannato è l'ex consulente della Poli, quando questa era sindaco della città, Massimo Buonerba, che dovrà restituire alle casse comunali 495.326,60 euro. Quest'ultimo è stato condannato dai giudici Eugenio Francesco Schlitzer,  Antongiulio Martina e Daniela Morgante per "un’attività che è successivamente risultata essere svolta in gravissima e riprovevole violazione dei doveri di servizio e in netta devianza dagli interessi dell’Ente e della comunità amministrata, asserviti a interessi e profitti personali privati, al prezzo di ingentissimi pregiudizi finanziari e patrimoniali a carico dell’Ente". Le operazioni che hanno portato al danno erariale, compiute dall'ex consulente di Palazzo Carafa ed analizzate dalla Corte dei Conti, riguardano Via Brenta, i Boc e il filobus. L'allora sindaco Adriana Poli Bortone, che risarcirà per il 20% del danno il Comune, è stata condannata anche per "aver omesso di valutare la rispondenza dell’attività svolta dal Buonerba e dei relativi risultati agli obiettivi assegnatigli e nemmeno agli interessi dell’Ente e della collettività, gravemente pregiudicati a cagione delle vicende penali nelle quali il Buonerba è risultato coinvolto".

Potrebbeinteressarti