Cronaca Corigliano D'Otranto Nardò 

Rapinatori scatenati in provincia, due colpi in poche ore

Colpita la Tamoil, sulla Nardò-Avetrana. Ieri sera colpo anche al Dok di Corigliano D’Otranto. Armi in pugno, forse false, sono entrati nella stazione di servizio Tamoil, sulla Nard&og...

Colpita la Tamoil, sulla Nardò-Avetrana. Ieri sera colpo anche al Dok di Corigliano D’Otranto. Armi in pugno, forse false, sono entrati nella stazione di servizio Tamoil, sulla Nardò-Avetrana, e si sono fatti consegnare l’incasso, circa 2mila euro.  Due malviventi questa mattina alle 8.30  hanno preso di mira il distributore che si trova lontano dai centri abitati. Al momento della rapina era presente un solo operatore. Sul caso indagano gli agenti del commissariato di Nardò. Gli unici elementi di indagine arrivano dalla testimonianza della vittima, sul posto non vi sono infatti videocamere di sorveglianza.  Un altro colpo, questa volta a Corigliano D’Otranto, è stato portato a segno ieri sera al supermercato Dok di via Fortunato, intorno alle 19.30 (nella foto). Due rapinatori, travisati con tute blu e passamontagna, hanno fatto irruzione nel market armati di fucili a canne mozze. Ad aspettarli, fuori, un complice a bordo di una Fiat Uno. Al momento dell’irruzione la cassiera, terrorizzata, ha chiuso la cassa ed è fuggita via. I banditi hanno dovuto forzare il registratore di cassa per prelevare il bottino. Nonostante il colpo in grande stile, i malviventi si sono dovuti accontentare di misere 200 euro e fuggire a bordo dell’auto. Il mezzo è stato poi ritrovato dai carabinieri di Maglie alle spalle del cimitero. Nel cruscotto sono stati ritrovati i passamontagna utilizzati per i l colpo e dei guanti di lattice. A collaborare nelle indagini anche gli agenti del commissariato di Otranto.

Potrebbeinteressarti