Politica 

Poli Bortone contro la Rai: Grande Sud esclusa, violata par condicio

In una lettera ai vertici e alla vigilanza RAI, la senatrice uscente denuncia l'assenza di Grande Sud da tg e salotti politici televisivi     “Totale assenza di Grande Sud dai telegi...

In una lettera ai vertici e alla vigilanza RAI, la senatrice uscente denuncia l'assenza di Grande Sud da tg e salotti politici televisivi     “Totale assenza di Grande Sud dai telegiornali, nazionali e regionali e dalle trasmissioni di approfondimento, di tutte le fasce orarie, in palese violazione della par condicio, delle norme sul pluralismo oltre che delle norme deontologiche”. E’ quanto lamenta la presidente del movimento Adriana Poli Bortone, in una lettera inviata al presidente della Rai Tarantola, al direttore generale Gubitosi, ai membri del Cda, alla commissione di vigilanza e all’Agcom.   “Grande Sud – scrive la senatrice nella lettera - non può essere trattato al pari di  una lista civetta, poiché  ha rappresentanti nei due rami del parlamento (10 deputati e 4 senatori), a differenza di altre formazioni come ad esempio Sel, una miriade di amministratori locali eletti nelle nostre liste in tutto il Mezzogiorno. “Grande Sud – ricorda l’ex ministro - ha già partecipato con il proprio simbolo alle elezioni regionali in Molise e Sicilia, alle recenti amministrative riportando risultati di tutto rispetto (dal 5 al 9%) risultando in molte realtà la seconda forza del centrodestra. Si chiede pertanto un immediato riequilibrio delle presenze e un "risarcimento" per quelle finora negate”. “Dobbiamo spiacevolmente desumere - conclude - che il servizio pubblico censuri una parte d'Italia? Vorremmo evitare di essere costretti ad organizzare manifestazione di protesta, poiché chiediamo esclusivamente l’esercizio di un nostro diritto”.  

Potrebbeinteressarti