Politica Lecce 

Il movimento Regione Salento abbraccia Samorì: “ È lui il nostro candidato”

Il leader del Mir Samorì accolto a Lecce dal Movimento Regione Salento. All’Hilton per presentare il suo manifesto politico.  “Il nostro obiettivo è combattere una so...

Il leader del Mir Samorì accolto a Lecce dal Movimento Regione Salento. All’Hilton per presentare il suo manifesto politico.  “Il nostro obiettivo è combattere una società che allarga troppo il divario tra ceti, portandoci indietro al 700. Ora danno la colpa a Monti ma in Parlamento c'erano tutti. Per questo abbiamo deciso di non candidare nessun uscente”. È un fiume in piena Gianpiero Samorì, leader nazionale del Mir, a Lecce per presentare il manifesto politico dei Moderati in Rivolta. Accolto tra tutti gli onori dal Movimento Regione Salento e dal suo leader, Paolo Pagliaro, non delude la platea dell’Hilton. I suoi strali in direzione del Governo sono perfettamente in sintonia con la linea politica del movimento Regione Salento, che punta tutto sul candidato Pagliaro. Una bocciatura, la sua, a tutto tondo, che va dalla critica all’imposta patrimoniale sulla prima casa, all'imposta di bollo su azioni e obbligazioni dematerializzate, che colpiscono i piccoli investitori, a favore delle grandi società  In sala ad ascoltarlo ci sono tutti: dall'imprenditore Antonio D'Amore, all'ex presidente di Confesercenti Brindisi, Gianfranco Landi, che definisce Pagliaro “un tifone” di aria nuova nel Salento. L’ottimismo regna tra le fila del Movimento che, ringalluzzito anche dall’intervento di Samorì, scommette su Pagliaro, che si autodefinisce “l'unico leccese in posizione eleggibile del centrodestra”, superando nelle aspettative il candidato Roberto Marti (Pdl) e Adriana Poli Bortone (Grande Sud). “Non è Berlusconi il nostro candidato premier ma è Gianpiero Samorì” ribadisce Pagliaro. “Berlusconi ci ha deluso, ci ha lasciato con il cerino in mano, ma per onestà dobbiamo ammettere che il centrodestra al governo ci consentiva di sopravvivere. Poi ci ha pensato Monti a metterci in ginocchio”. Per poi concludere: “Questa classe politica ha fallito: ha trasformato il Salento nello sgabuzzino d'Italia”. “Chi dovrebbe risolvere i nostri problemi? Il Pd di Bersani? Che Venga a dire qui che il suo partito non ha sbranato il territorio con Mps”. “Vendola vuole esportare il modello Puglia? A Lecce non c'è ancora una Pet Tac: l'Italia stia accorta”.

Potrebbeinteressarti