Politica Lecce 

Estimi, Palazzo Carafa pronto al ricorso

Ieri l'incontro del Pd, che punta l'indice contro le scelte dell'amministrazione comunale leccese. Questa mattina la conferenza stampa del sindaco: il Comue farà ricorso al Tar sugli estimi cat...

Ieri l'incontro del Pd, che punta l'indice contro le scelte dell'amministrazione comunale leccese. Questa mattina la conferenza stampa del sindaco: il Comue farà ricorso al Tar sugli estimi catastali Palazzo Carafa è pronto al passaggio successivo: presentare ricorso al Tar per chiedere la sospensione dell'adeguamento degli estimi catastali. Dopo il pressing delle ultime settimane, sulla nuova pesantissima stangata per le tasche dei leccesi, che hanno visto lievitare la tassa, ma soprattutto dopo il no dell'Agenzia del Territorio, cui il Comune aveva chiesto di congelare il riclassamento immobiliare sino alla fine del 2014 e cioè fino che l'Imu non sarà in vigore, Paolo Perrone annuncia il passaggio successivo. Lecce sarà di fronte al Tar per difendere l'economia della città, appellandosi a un principio di equità, visto che intanto sui cittadini si è anche abbattuta l'Imu. Ma non è tutto, il sindaco alza ancora il tito e qualora il  riclassamento sarà valido, annuncia che il Comune abbatterà le aliquote Imu, per rendere il riclassamento sterile rispetto al pagamento dei tributi”. "Le aree di applicazione della rivalutazione degli estimi - ha dichiarato il sindaco Perrone - sono state individuate dalla Agenzia del Territorio. Gli immobili leccesi, anche dopo il riclassamento, avranno i valori più bassi della Puglia. Ma il riclassamento scatta solo su quelle zone dove il valore di mercato e il valore catastale supera una determinata soglia. Nel 2010, quando abbiamo deciso di procedere con il riclassameto, la scelta aveva un senso. Oggi, alla luce di quanto fatto dal governo Monti con l'Imu, quel senso si è perso".

Potrebbeinteressarti