Cultura Spettacoli Lecce 

Nasce il Womb: nuovo contenitore di arte, cultura e associazioni

Il Womb, presentato oggi a Palazzo Carafa, sarà il nuovo punto di riferimento per musicisti, attori, artisti e associazioni Cultura, creatività, associazionismo. Sono i tre binari dai...

Il Womb, presentato oggi a Palazzo Carafa, sarà il nuovo punto di riferimento per musicisti, attori, artisti e associazioni Cultura, creatività, associazionismo. Sono i tre binari dai quali parte il Womb, un nuovo spazio pensato per dare sfogo all'arte e non solo. Il progetto del Womb "lo spazio evolutivo per le arti che non si prendono sul serio", presentato questa mattina nella sala Open Space di Palazzo Carafa, nasce dall'idea di due giovani imprenditori leccesi: Marco Marazia e Michele Manca. Si tratta di un nuovo contenitore artistico-culturale della città ed è pronto ad ospitare designer e musicisti, teatro e cinema, associazioni e progetti sociali. Il locale - disegnato dall'architetto e art director Andrea Novembre - sorge sulle ceneri del vecchio Prestige, una discoteca sulla Lecce-Cavallino, e ha già al suo interno uno show room permanente della designer Ludovica Polito e le installazioni di Onelia Greco. I primi a confluire nel Womb, con le loro associazioni, saranno il musicista Mauro Tre - che il 30 dicembre concluderà proprio al Womb il suo jazz festival - la Principio Attivo Teatro e l'associazione La Sita, che lavora con i bambini. "Ho creduto in questo progetto visionario - ha detto questa mattina l'architetto Andrea Novembre - perché fa di un posto un vero e proprio esperimento". Sandro Leucci, altro art director ha, invece, spiegato, a proposito del sottotitolo: "E' provocatorio e parla di uno spazio evolutivo per arti che non si prendono sul serio. Questo non vuol dire che non faremo sul serio, ma che vogliamo garantire una fruizione aperta dei linguaggi esistenti, senza la pretesa di rappresentare un'avanguardia artistica".

Potrebbeinteressarti