Cronaca Lecce 

Era pronto a scassinare auto, fermato dalla polizia. In fuga il complice

La polizia è intervenuta sul più bello, fermando appena in tempo due malviventi intenzionati, con ogni probabilità, a forzare le auto parcheggiate. A tradire i due uomini &eg...

La polizia è intervenuta sul più bello, fermando appena in tempo due malviventi intenzionati, con ogni probabilità, a forzare le auto parcheggiate. A tradire i due uomini è stato il loro atteggiamento furtivo. Nella serata di ieri infatti i movimenti circospetti di  M.C. 36enne già noto alle forze dell’ordine e del suo complice non sono passati inosservati. La segnalazione giunta all’Ufficio Volanti intorno alle 23 segnalava la presenza di due persone che si aggiravano con atteggiamento sospetto tra le auto parcheggiate davanti ad un cantiere. Uno dei due, vestiva con una felpa mimetica di colore verde con cappuccio indossato e jeans circolava vicino le autovetture  parcheggiate, mentre il secondo si trovava alla guida di un’auto di piccole dimensioni di colore bianco. Giunti sul posto, gli agenti, grazie alla descrizione, fermavano una Aixam Mega appunto di colore bianco e ne identificando il proprietario. Si trattava del 36enne M.C. già noto per essere stata arrestato in passato dal personale delle volanti, il 19 novembre scorso, per furto aggravato in concorso in un cantiere edile di Lecce nei pressi di Viale Grassi. Gli agenti, dopo aver controllato l’auto del 36enne, scoprivano nel vano porta ruota diversi arnesi utili per lo scasso: tre cacciaviti, una chiave a tubo in metallo, una pinza, una punta da trapano, un rotolo di nastro isolante, un filo di ferro sagomato a gancio. Mentre gli agenti erano intenti a controllare, il complice fuggiva, scavalcando il muro di cinta del cantiere antistante e, nonostante anche altre pattuglie presenti sul posto l’uomo non veniva rintracciato. Il 36enne è stato denunciato in stato di libertà per possesso di oggetti utili per lo scasso.

Potrebbeinteressarti