Lecce 

Natale: il programma Low cost del Comune. Salvo il Presepe

Tanti piccoli imprenditori salvano il Presepe nell'Anfiteatro di Lecce. Programma ricco, tra mercatini, laser e spettacoli, ma a basso costo. “Il Presepe è salvo”. Lo annuncia co...

Tanti piccoli imprenditori salvano il Presepe nell'Anfiteatro di Lecce. Programma ricco, tra mercatini, laser e spettacoli, ma a basso costo. “Il Presepe è salvo”. Lo annuncia con soddisfazione il sindaco di Lecce Paolo Perrone. “A distanza di sole 4 ore dall’appello, si sono fatti avanti una serie di imprenditori locali che hanno dimostrato particolare sensibilità. Non si tratta di grandi imprenditori e probabilmente non sono rappresentativi della categoria, ma è grazie agli artigiani che il tradizionale Presepe nell’Anfiteatro anche quest’anno si potrà ammirare”. Alla conferenza di presentazione del programma di Natale 2012, il clima è di festa. Nonostante i tagli dovuti alla spending review, Lecce riserverà ai cittadini una serie di sorprese.  Tutto garantito anche quest’anno, a cominciare dalla Fiera di Santa Lucia, che partirà l’8 dicembre ai Teatini. “Così”, ha spiegato l’assessore Luigi Coclite, “risparmieremo il 50percento rispetto agli anni scorsi, in cui la Fiera era all’interno della tensostruttura in Piazza S. Oronzo”. La comunicazione sarà curata dall’Accademia delle Belle Arti. Ospiterà 106 operatori, tra cui diverse associazioni e onlus. Oltre alla tradizionale “Mostra dell’artigianato natalizio salentino” , alcuni mercatini dedicati al piccolo artigianato leccese, verranno allestiti in piazza S.Oronzo e Piazza Mazzini. Garantiti anche i concerti di Natale, ma con una novità: invece dei concerti per strada, si faranno 10 concerti al teatro Paisiello con artisti del territorio, tra cui Mino De Santis,. Anche questa iniziativa sarà pressoché a costo zero per il Comune, che però metterà a disposizione il service. Per i cittadini invece ci sarà un ticket, deciso di volta in volta dagli artisti. Tra le novità, anche il ‘Treno della natività’, organizzato dai ragazzi di Improvvisart.  La Mostra dei presepi sarà ospitata all’interno del Castello Carlo V, mentre, come detto, il Presepe sarà ammirabile all’interno dell’anfiteatro. Nonostante il regime di austerity, le luminarie verranno incrementate,  e costeranno 57 mila euro al posto dei 66mila dello scorso anno. La musica non sarà solo nei teatri. Delle incursioni musicali per strada e dei diffusori di musiche natalizie saranno la colonna sonora di questo Natale leccese. Inoltre il 23 dicembre alcuni rappresentati dell’Amministrazione comunale, insieme ad alcuni giornalisti, animeranno Piazza S.ORonzo con un coro. Teatro dello ‘spettacolo’ sarà il Sedile. Tra le trovate più scenografiche, un laser, che dal tetto di Palazzo Carafa, punterà a Betlemme. Il tutto, ovviamente, ad un costo modestissimo. A conti fatti, il costo totale dell’operazione Natale a Lecce quest’anno, a fronte dei circa 260 mila euro dello scorso anno, sarà di  solo 120mila euro.  

Potrebbeinteressarti