Animali 

Progetto “Tartalove” di Legambiente

Una vita da tartaruga nei nostri mari, tra plastica e catture accidentali

In occasione della festa della mamma, Legambiente con il suo spot per la campagna Tartalove a favore della Caretta caretta, invita tutti ad adottare una tartaruga del Mar Mediterraneo. Una vita sotto minaccia perenne per una specie come la Caretta caretta a rischio di estinzione nel mar Mediteranneo, per cui i numeri parlano chiaro: solo in Italia ogni anno muoiono più di 10mila esemplari a seguito di catture accidentali, ingestione di plastica e traffico nautico. Legambiente nei suoi centri di recupero e soccorso riesce a salvare gli esemplari feriti per poi curarli e liberarli in mare nuovamente.

L' attenzione è rivolta a mamma tartaruga che intensifica la nidificazione sulle coste italiane: sono circa 250 i nidi scoperti nella scorsa stagione in Italia.  Ma la nidificazione è un processo delicato e purtroppo viene ostacolato da tanti fattori: rumori e inquinamento acustico che disturba la deposizione, luci accecanti molto pericolosi in fase di schiusa, senza contare il rischio costante della predazione delle uova da parte di altri animai o l'impatto delle attrezzature meccaniche per la pulizia delle spiagge. Per questo Tartalove non si occupa solo di recuperare e curare le tartarughe ferite in mare ma lancia un programma grazie al quale, nel mese di giugno, centinaia di volontari Legambiente controlleranno le spiagge per individuare i nidi, proteggerli e monitorarli fino al momento della schiusa e all'entrata in acqua dei piccoli.

Qui il servizio di Adriana Greco 

Potrebbeinteressarti