Animali Melendugno 

Salvate e curate le tartarughe Fiona e Calimerina tornano in mare

Si è tenuta oggi la liberazione delle tartarughe marine a cura del Centro recupero Calimera

Nel pomeriggio, dalla spiaggia di San Foca di Melendugno, due tartarughe marine, Fiona e Calimerina sono finalmente tornate in mare.

Fiona, arrivata nella struttura di Calimera con una fiocina piantata alla base del cranio, era stata operata di urgenza dallo staff veterinario in collaborazione con il Centro Veterinario Lupiae e dopo una rapida guarigione è stata pronta a riprendere il mare.

Calimerina, un piccolo esemplare di circa tre anni, era stata trovata, con un amo conficcato nel palato, al largo di Santa Maria di Leuca e dopo un’operazione di rimozione dell’amo ed un periodo di riabilitazione, ha dimostrato di essere pronta anche lei a ritornare in mare.

Nell’occasione il Centro Recupero Tartarughe Marine del Museo di Storia Naturale del Salento ha dato il benvenuto ed un augurio di buon lavoro alla nuova amministrazione comunale di Calimera, al neoeletto sindaco Gianluca Tommasi e al nuovo assessore con delega al Museo di Storia Naturale, Antonella Bray. La liberazione è stata effettuata con l'importante collaborazione della Guardia Costiera di San Foca. Alla liberazione, ha presenziato anche l’europarlamentare Andrea Caroppo.

“Il Museo di Storia Naturale del Salento – ha dichiarato il sindaco di Calimera - è uno scrigno di tesori per tutti gli appassionati. Una delle sue gemme più preziose è senz'altro il Centro Recupero Tartarughe Marine, attore sempre più centrale nelle azioni a difesa del nostro mare. Nei prossimi 5 anni, lavoreremo per rendere quest'esperienza sempre più solida ed indipendente, in linea con quanto previsto dal nostro programma elettorale”.

 

Potrebbeinteressarti