Animali Ugento 

Ugento, prima schiusa: 13 tartarughe raggiungono il mare

Il nido a Torre San Giovanni era monitorato costantemente dagli esperti del centro recupero di Calimera dal 5 luglio scorso

Si è conclusa la schiusa del primo nido salentino di tartarughe della stagione: al Camping Riva di Ugento di Torre San Giovanni, le prime 13 tartarughe hanno raggiunto il mare.

Tutto è cominciato la notte del 29 agosto, dopo un presidio di 55 giorni i primi due esemplari hanno fatto capolino dalla sabbia, seguiti da altre due nei due giorni successivi, poi più nulla.

Questa ridotta attività preannunciava qualche problema all’interno del nido e nella nottata di ieri, dopo alcuni giorni dall’inizio, gli esperti del Centro di Recupero Tartarughe Marine del Museo di Storia Naturale del Salento hanno deciso di fare un controllo all’interno del nido per scongiurare eventuali problemi. All'apertura la situazione è apparsa fin da subito evidente: molte delle uova deposte il 5 luglio scorso non risultavano vitali, non vi era traccia di embrione all’interno delle uova, e queste ostruivano il passaggio ai piccoli nati.

All’interno del nido durante le operazioni sono state recuperate 13 tartarughe pronte ad uscire bloccate da oltre 117 uova non sviluppate e tre uova in schiusa, che sono state riposizionate all’interno della camera del nido.

Le nuove nate sono state liberate ed hanno raggiunto il mare e tutto il materiale del nido è stato prelevato e sarà analizzato per comprendere meglio quale sia stato il problema.


Le attività di monitoraggio continueranno nei prossimi giorni sul nido di Lido Marini e del Resort Vivosa, prossimi alla schiusa.

Potrebbeinteressarti