Animali Racale 

Labrador ucciso con esche manipolate, la denuncia da Racale

Il caneè stato soccorso da alcuni cittadini e dall'associazione animalista Spirito Randagio ma non è sopravvissuto

Esche manipolate somministrate ad un cane per causarne la morte: la vittima è una cagna di labrador soccorsa, purtroppo inutilmente, dai volontari dell'associazione “Spirito Randagio” in territorio di Racale. La vicenda, avvenuta il giorno di Ferragosto, è raccontata dal presidente dell'associazione, associata al Coordinamento associazioni animaliste Salentine (Caas), Matteo Cazzato. «Dopo diverse segnalazioni della presenza sul territorio di un cane vagante, risultato poi dotato di microchip, visibilmente in difficoltà sono intervenuto con mezzo proprio al recupero del cane, nel frattempo messo in sicurezza da privati cittadini – riferisce - il cane, una dolcissima labrador, presentava sanguinamento dalla bocca. Subito trasportata presso l’ambulatorio veterinario di un libero professionista della zona, è stata operata d’urgenza e ciò che si è evinto dagli Rx e in seguito dall’intervento chirurgico è stato un quadro drammatico: all’animale erano state somministrate delle esche con l’obiettivo di uccidere. Chiunque dotato di una coscienza sana condannerebbe l’accaduto e come associazione abbiamo provveduto ad inviare una denuncia al Nucleo Guardie Zoofile Agriambiente Lecce, le quali cercheranno nel più breve tempo possibile di fare chiarezza» 

Potrebbeinteressarti