Animali Otranto 

Impigliata nella rete sul fondo, tartaruga salvata in extremis

È accaduto vicino al Giro di boa beach: a salvarla, un sub. Sul posto sono intervenuti gli operatori del Centro recupero tartarughe marine di Calimera


Era impigliata tra gli scogli, a quasi 4 mt di profondità: una grossa tartaruga marina è stata aiutata, questo pomeriggio, da un sub amatoriale, nei pressi del lido Giro Di Boa Beach Frassanito. Ne dà notizia, Pietro Carlino, de Centro recupero tartarughe marine Msns: «Giuseppe Prete, il sub sceso in immersione, si è reso immediatamente conto del grave pericolo in cui versava l'animale: senza esitazione, si è immerso liberando la tartaruga e riconducendola a riva con molte difficoltà, date le sue notevoli dimensioni. Il suo provvidenziale intervento ha scongiurato l'annegamento dell’animale.

Il Crtm Msns è stato allertato dal gestore dello stabilimento Giro di Boa Beach - Frassanito Otranto, e ha avvisato la Guardia Costiera e l’Azienda Sanitaria Locale Lecce: la tartaruga presentava anche delle vecchie e profonde ferite da elica, oltre a delle lesioni create dalla costrizione di una lenza strettamente aggrovigliata agli arti anteriori.

«Un ringraziamento sincero ai medici della Asl Lecce Sud, Giuseppe Manfredi e Daniele Ragusa, per il loro tempestivo intervento. Siamo felici di constatare ancora una volta che le operazioni di recupero oramai seguono un protocollo consolidato che migliora i tempi di intervento rafforzando la proficua collaborazione tra Crtm Calimera, Asl e Capitaneria di Porto al fine di garantire agli animali in difficoltà un valido supporto».

Potrebbeinteressarti