Ambiente Cronaca 

Risparmio energetico, firmato il decreto

Accensione degli impianti ridotta di un'ora al giorno e periodo di funzionamento accorciato di 15 giorni. Posticipato di 8 giorni l'inizio e anticipato di 7 lo spegnimento.

E' stato firmato dal ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, il decreto per il risparmio energetico che prevede la riduzione di un'ora del periodo di accensione degli impianti di riscaldamento e del periodo di funzionamento nella stagione invernale che viene accorciato di 15 giorni.

Il provvedimento prevede alcune esenzioni: ''non si applicano a luoghi di cura, scuole materne e asili nido, piscine, saune e assimilabili e agli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e simili e agli edifici che sono dotati di impianti alimentati prevalentemente a energie rinnovabili''.

Il decreto - Il periodo di accensione degli impianti ''è ridotto di un'ora al giorno e il periodo di funzionamento della stagione invernale 2022-2023 è accorciato di 15 giorni, posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di sette la data di fine esercizio''.

Possibili deroghe - In presenza di ''situazioni climatiche particolarmente severe, le autorità comunali, con proprio provvedimento motivato, possono autorizzare l'accensione degli impianti termici alimentati a gas anche al di fuori dei periodi indicati al decreto, purché per una durata giornaliera ridotta. Inoltre, i valori di temperatura dell'aria sono ridotti di un grado centigrado''.

I consigli - ''Enea pubblicherà un vademecum con le indicazioni essenziali per impostare correttamente la temperatura di riscaldamento che gli amministratori di condominio potranno rendere disponibile ai condomini''.


Potrebbeinteressarti