Ambiente 

Parchi eolici al largo del Salento? Secondo un sondaggio nessun impatto sul turismo

Lo studio di SWG è stato commissionato dalle due società promotrici dei parchi

I parchi eolici marini lungo le coste della Puglia non «disturberebbero» i turisti che continuerebbero a preferire la nostra regione per le vacanze. L’indagine è stata realizzata da SWG, una delle società più autorevoli in Italia nel settore delle ricerche di mercato e di opinione ed è stata commissionata dalle società Odra Energia e Kailia Energia, promotrici dei parchi eolici marini nel brindisino e nel basso Salento.

L’indagine è stata realizzata nel periodo 23 giugno – 1° luglio 2022 attraverso la conduzione di un web-focus e la somministrazione di quasi 2.000 questionari online, di cui 1.543 a turisti italiani e 403 a turisti stranieri di Francia, Germania e Regno Unito.

Questi i risultati principali: per i turisti e potenziali turisti del tacco d’Italia gli impianti sono necessari (72%), previo un rigoroso esame del loro impatto ambientale (73%); la stragrande maggioranza (77%) manterrebbe il Salento come destinazione prediletta anche in presenza delle pale; non esclude di farlo un altro 17%; monitoraggio costante sugli impatti ambientali (82%) e coinvolgimento della popolazione (80%) le principali richieste; il timore più forte (82%) è che gli impianti restino incompiuti

Interrogato sulle caratteristiche maggiormente ricercate nelle spiagge pugliesi, il 73% dei turisti ha indicato l’acqua cristallina; a seguire la facile accessibilità ai lidi (41%) e le spiagge attrezzate (37%).  Le prime emozioni generate dall’idea di vedere un impianto eolico marino galleggiante al largo della propria spiaggia preferita sono all’impronta della curiosità (44%) e della speranza (34%).

Presa visione di come le pale apparirebbero dalla costa, diminuisce la preoccupazione per il loro impatto visivo.


Potrebbeinteressarti