Ambiente Salice Salentino 

«Amianto alla periferia di Salice»: Futuro Verde scrive al Comune

La segnalazione del circolo di Legambiente ha coinvolto anche Asl Lecce e Arpa

Il circolo Legambiente “Futuro Verde” scrive al Comune di Salice salentino per la rimozione di amianto nella periferia del paese, a pochi passi dal centro abitato e dalla zona industriale. Nel sito indicato insiste un opificio in stato di abbandono da diversi anni, i cui capannoni risultano coperti in eternit in avanzato stato di usura. “Le strutture dell’ex opificio risultano pericolose per l’ambiente e la salute dei cittadini di Salice e dei paesi limitrofi. Non possiamo rimanere in silenzio davanti all’elevato rischio di contaminazione dell’aria e delle colture nelle immediate vicinanze. Riteniamo che le Autorità debbano intervenire immediatamente per smaltire il materiale che sta avvelenando il nostro territorio e che ha mietuto fin troppe vittime tra i cittadini.” Così il Presidente del circolo, Alessandro Montefusco.

L’associazione ha segnalato la situazione anche ad Arpa e Asl Lecce, al fine di attivarsi per la rimozione del materiale eternit e la bonifica dell’area. Nella lettera sono allegati i rilievi fotografici della grave situazione in cui versa il sito e la vicinanza dello stesso al centro abitato. “Siamo contenti di avviare questa azione per rimuovere i pericoli che compromettono l’ambiente e la salute dei cittadini - continua il Presidente del Circolo. A questi ultimi chiediamo di vigilare quotidianamente insieme a noi il territorio, inviandoci segnalazioni su irregolarità o ecoreati attraverso il nostro sito web o le nostre pagine social”.


Potrebbeinteressarti

A Castiglione ''Il Labirinto dei Grani Alti''

Venerdì 27 e sabato 28 maggio, a Castiglione d’Otranto si svela il “labirinto dei grani alti”: due giorni di laboratori, incontri, letture, cibo e musica per riscoprire 13 varietà diverse di grano, orzo e farro.