Ambiente Cronaca Presicce 

Sequestrata maxi cava abusiva: contestato il reato di inquinamento ambientale ai gestori

È stata sequestrata dai carabinieri del Noe di Lecce, nel territorio di Presicce-Acquarica, una delle cave più grandi del Salento, nell’ambito dei controlli del “ciclo del cemento” e della regolarità delle attività estrattive

È stata sequestrata dai carabinieri del Noe di Lecce, nel territorio di Presicce-Acquarica, una delle cave più grandi del Salento, nell’ambito dei controlli del “ciclo del cemento” e della regolarità delle attività estrattive. L’indagine ha avuto inizio nel mese di marzo, dopo un’ispezione dei militari nell’area interessata dal sequestro, che aveva accertato l’assenza di titoli autorizzativi e numerose violazioni delle normative di settore.

Si tratta di quasi 100mila metri quadri, per un valore complessivo di due milioni di euro e comprensivo anche di mezzi e macchinari, come muletti, macchine escavatrici e per le frantumazioni.

Nei guai due persone, i gestori della cava, un 59enne e un 71enne, denunciati per inquinamento ambientale. 

Immagine di repertorio

 

Potrebbeinteressarti