Ambiente Lecce 

Tornano le giornate FAI di primavera: ecco tutti gli appuntamenti nel Salento

La 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera è in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021

Coraggio, orgoglio e generosità. Proprio nel significato più profondo di queste parole è racchiuso lo spirito della 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera in programma sabato 15 e domenica 16 maggio 2021. Le Giornate FAI di Primavera sono il primo grande evento nazionale dedicato ad arte e cultura organizzato dopo l’ultimo periodo di lockdown. Anche quest’anno la grande manifestazione di piazza del FAI, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura, torna a coinvolgere gli italiani - dopo i mesi difficili vissuti - nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che ci circondano, grazie all’apertura di 600 luoghi in 300 città, molti dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale, visitabili in totale sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti. I posti disponibili sono limitati; prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita (N.B. il programma potrebbe subire variazioni; la realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana del 10 maggio). 

Un’iniziativa che il Fondo per l’Ambiente Italiano ha voluto coraggiosamente e prontamente programmare a metà maggio, affrontando con grande tenacia e una buona dose di audacia le innumerevoli complessità organizzative legate all’emergenza sanitaria, e che solo pochi giorni fa ha avuto la conferma di poter realizzare, in base alle misure contenute nel Decreto Legge del 22 aprile. Tutto questo è stato possibile grazie a un’incontenibile voglia d’Italia, a un’inesauribile fiducia nel Paese e a un lavoro difficile e senza sosta nei mesi in cui l’Italia era ferma a causa dell’emergenza. È uno sforzo speciale, che si avvicina all’eroismo, e di cui si sono fatti carico con encomiabile entusiasmo e passione civica i volontari di 335 Delegazioni e Gruppi FAI attivi in tutta Italia, vero motore dell’evento nel solco del principio di sussidiarietà regolato dall’articolo 118 della Costituzione, che potranno contare sul supporto di Protezione Civile, Croce Rossa e Arma dei Carabinieri, da anni al nostro fianco in questa manifestazione. 

Le Giornate FAI sono un’occasione per conoscere l’inestimabile patrimonio culturale d’Italia e un grande momento di incontro tra il FAI e tutti gli italiani. Chi deciderà di partecipare contribuirà ad aiutare la Fondazione, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, a portare avanti la sua missione e a compiere tanti altri “miracoli” di cui essere orgogliosi. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €. Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure attraverso l’iscrizione annuale - sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento - o ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45586, attivo dal 6 al 23 maggio 2021.

CHIESA DEI SS. NICOLÒ E CATALDO

Il complesso monumentale dei SS. Niccolò e Cataldo costituisce una memoria storica importante di Lecce. La Chiesa, preziosa gemma del romanico pugliese, è oggi annessa al Cimitero monumentale e costituisce la parte più antica del complesso monasteriale. Fondata nel 1180 d.C., fu inizialmente affidata ai Benedettini per passare quindi alla Congregazione degli Olivetani nel 1494. Nel 1600 fu completata la decorazione ad affresco, mentre il rifacimento della facciata in chiave barocca risale al 1716; dal 1994 appartiene all'Università degli studi di Lecce. La storia di San Niccolò e Cataldo copre un arco di almeno sei secoli, dal XII al XVIII. Alla Chiesa, già nel Medioevo, era associato il Monastero dei cui due chiostri, e quello a essa adiacente, completato nel 1559, ospita uno straordinario pozzo a baldacchino. Attualmente Bene promosso dai volontari del FAI, la Chiesa è rimasta per molto tempo accessibile solo durante la celebrazione delle Messe, e visitabile nei giorni di lunedì, giovedì e sabato, dalle ore 9,30 alle ore 12,30.

Apertura: sabato 15 maggio dalle ore 9.30 alle 12

 

Gallipoli (LE)

MASSERIA DI PUNTA PIZZO 

Diviso in due zone, isola di S. Andrea e area di Punta Pizzo, il Parco di Gallipoli nasce per salvaguardare i caratteri di quella chorà erema –terra deserta- ricordata da Tucidide, uno straordinario ecomosaico in cui convivono ambienti estremamente diversificati e si intersecano rotte migratorie che vanno dal Nordafrica all'Europa centrale e ai Balcani. Il litorale ha in Punta Pizzo è il regno di una macchia-gariga “a pulvino”, con prevalenza di timo, cisto, rosmarino e della rara Anthyllis hermanniae, inserita nella Lista Rossa regionale. È interrotta da pratelli ricchi di orchidee, mentre la costa alterna piccole cale sabbiose a speroni rocciosi, relitti di antiche dune fossili, costituenti habitat di interesse comunitario per la presenza di Limonium japigicum, endemico della costa jonica salentina. Una fascia continua di pineta a Pinus halepensis separa il litorale da due sistemi sublitorali distinti. Il parco, un autentico tesoro di biodiversità-quasi 1000 specie/Kmq, comprende gran parte della Zona di Protezione speciale, istituita dall' Unione europea. Finalità del Parco, vinta la sfida con la grande speculazione edilizia, è garantire la ricostituzione degli ambienti originari e dei loro equilibri, promuovendo una corretta fruizione del territorio in una fascia costiera ad alta pressione antropica. La visita è un'opportunità per osservare da vicino un mosaico di biodiversità con fioriture di diverse piante incluse nella Lista Rossa Regionale. Importante è anche la presenza di uccelli migratori che, grazie alla posizione geografica di punta Pizzo, qui trovano un luogo di sosta e riposo.

Apertura: sabato 15 e domenica 16 maggio dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Dal 6 maggio elenco completo dei beni aperti in PUGLIA su: https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-di-primavera/i-luoghi-aperti/?regione=PUGLIA

Prenotazione obbligatoria su www.giornatefai.it fino a esaurimento posti disponibili ed entro la mezzanotte del giorno precedente la visita

Potrebbeinteressarti