Ambiente Lecce 

Rifiuti delle case al mare gettati per strada, Salvemini bacchetta i leccesi

Il primo cittadino segnala l’indifferenza dei proprietari per l’ambiente circostante e minaccia sanzioni

Spettacolo indecoroso per le strade delle marine leccesi, dopo la pulizia messa in atto dai proprietari. Lo fa notare il sindaco Carlo Salvemini, che minaccia di sanzionare i trasgressori.

«Pulire la vostra casa al mare -spiega- non significa dover sporcare la città, che è la casa di tutti noi. È desolante dover ancora subire le conseguenze di comportamenti così arroganti, di totale indifferenza per ciò che accade fuori dall’uscio della propria abitazione. Che senso ha essere così attenti alla pulizia degli spazi privati se poi si sporcano in modo così osceno quelli pubblici? Le telecamere di sorveglianza ci aiuteranno ad individuare i responsabili di questi scempi che verranno ovviamente sanzionati».

Salvemini ricorda che sarebbe molto meglio per tutti non dover ricorrere alle multe: «Non restano che gli strumenti repressivi, visto che quelle di sensibilizzazione non funzionano. informo i cittadini leccesi impegnati nella manutenzione delle case al mare che per sgomberare vecchie suppellettili è attivo il seguente numero: 800.801.020».

Potrebbeinteressarti


«Puliamo il Mondo», a Cavallino volontari in campo per raccogliere rifiuti

Il Comune di Cavallino per il quarto anno consecutivo aderisce a «Puliamo il Mondo», iniziativa a carattere nazionale siglata da Legambiente con cui gruppi di volontari liberano dai rifiuti e dall'incuria i parchi, i giardini, le strade, le piazze, i fiumi e le spiagge di molte città del mondo. Appuntamento sabato 10 e domenica 11 ottobre a Castromediano