Altri Sport Politica Scuola Copertino 

Copertino, appello di Nobile al sindaco Schito :«Basta ritardi nell'assegnazione delle palestre»

L'istanza del fiduciario Coni di Copertino rivolta all’utilizzo delle tre palestre scolastiche di via Roma, via Mogadiscio e zona Gelsi

L’amministrazione comunale di Copertino guidata dal sindaco Sandrina Schito, sblocca l’iter per l’utilizzo delle tre palestre scolastiche (via Roma, via Mogadiscio e zona Gelsi), ma resta il disappunto del fiduciario cittadino del Coni, Vincenzo Domenico Nobile, in attesa dallo scorso 13 agosto (data di scadenza del bando comunale) dell’assegnazione delle strutture alle società sportive.

“La delibera della giunta del sindaco Schito con cui si dà mandato al dirigente comunale di procedere con urgenza a definire le procedure perché le associazioni sportive possano utilizzare le palestre in orario extra scolastico - ammette il fiduciario CONI, Vincenzo Nobile - è una buona notizia e ci dà speranza perché si arrivi all’assegnazione e quindi a poter praticare finalmente sport in sicurezza”. La concessione stagionale delle palestre, secondo il regolamento deliberato in consiglio comunale lo scorso 29 luglio, avrebbe dovuto avere inizio il 1 settembre e scadenza al 30 giugno del prossimo anno. Ritardi che hanno indotto invece le associazioni a svolgere l’attività sportiva in parchi o piazze delle città. “Comprendiamo che in questi mesi sia stato fatto un notevole lavoro per consentire che tutte le palestre fossero a norma e per colmare alcune ataviche inadempienze. Ora però – aggiunge il fiduciario Coni - non possiamo permetterci ulteriori indugi se non vogliamo rischiare di non avere lo svolgimento dei campionati di volley a Copertino. Difficoltà enormi sono state riscontrate anche da chi insegna le basi di atletica e ginnastica. Sono tanti gli sforzi e gli investimenti fatti dalle associazioni sportive del territorio”.

Quindi l’appello del fiduciario Coni, rivolto al Comune, a fare in fretta, prima che le piogge e il clima invernale imponga uno stop forzato alle attività sportive dei più piccoli. “Ci auguriamo che gli uffici diano seguito con la dovuta e richiesta celerità all’indirizzo dato dall’Amministrazione. I tempi sono ormai strettissimi – ribadisce Nobile. Continuerò a monitorare la situazione – conclude Vincenzo Domenico Nobile - perché alle buone intenzioni seguano i fatti per evitare un danno enorme soprattutto ai ragazzi che si vedrebbero sottratti, per l’ennesimo anno, di spazi e momenti di socialità e di sport”.


Potrebbeinteressarti