Sette TV » Cultura

"Xylellaland/Tarantule": la danza per l'ulivo al Teatro Romano

Se gli ulivi avessero voce, forse la loro voce sarebbe un lamento simile a quello delle donne che subivano la lontananza e l'abbandono in questo Salento di frontiera. A liberarle da questo mal di vivere, la musica, il ritmo, la ribellione del corpo, l'intimità promiscua con l'icona di un santo e l'ombra di un ragno favoloso, terribile. "Xylellaland/Tarantule" nasce da questa spremitura lunga una vita intera, grazie al coreografo Toni Candeloro, attento ai linguaggi del reale, alle emergenze di un territorio colpito duramente dalla Xylella, proprio nel suo cuore antico e solenne: l'ulivo secolare. "Dobbiamo tornare ad essere alberi, noi salentini," ci spiega Nandu Popu a margine dell'inizio dello spettacolo, "Xylellaland/Tarantule", andato in scena ieri sera al Teatro Romano nell'ambito del calendario di Lecce 2015. Un inedito Nandu Popu ha aperto la serata con parole e musica da armonica a bocca, da una delle finestre del Must, sfondo di questo luogo suggestivo nel centro storico di Lecce. Poi la danza, con le musiche originali di un compositore-bambino, Giulio D'Orazio, in scena insieme ai danzatori. Gran finale con Toni Candeloro e Silvia Perrone accompagnati dall'inconfondibile tamburo di Mauro Durante. Fonte: Salentowebtv
Altri video di "Cultura"
Cultura
Sino al 18 settembre, la Puglia torna ...
Cultura
Camminare insieme, proseguire scalzi, tracciare un sentiero di civiltà. Ieri ...
Cultura
Ieri sera a ?Martano?, nel cuore della Grecìa Salentina, abbiamo visitato i ...
Cultura
Grazie alla preziosa collaborazione con il professor Antonio Leaci, oggi ...
Cultura
Un successo straordinario per la II Edizione del Lecce Tattoo Fest alle ...
STC, in una sigla la patologia che affligge migliaia di lavoratori, soprattutto donne. Con l’ortopedico Stasi ...
clicca qui