Mirella Borgocroce a Maglie per presentare "Il ragazzo fortissimo"

mercoledì 21 agosto 2019

L’incontro con l’autrice il prossimo 27 agosto, alle 19, in via Indipendenza a Maglie.

Arriva a Maglie Mirella Borgocroce per presentare “Il ragazzo fortissimo – Cosa mio figlio e io abbiamo imparato dal cancro”: la presentazione del libro è organizzata dalla Fondazione Capece, da Libri e Musica e il Comune. L’appuntamento è per martedì 27 agosto, alle 19, in via Indipendenza 1, a Maglie presso Libri & Musica. Dialogherà con l’autrice Elena Tamborrino.

Sinossi.

Rocco ha quattordici anni. Gli piace correre nei boschi. Si fa male a una gamba. Niente di che, ma secondo il medico «è meglio approfondire». Si approfondisce, e la diagnosi è: cancro alle ossa. Rocco combatterà, e al suo fianco combatterà la madre, facendo ciò che tutte le madri fanno, più una cosa: si affida alla preghiera, trovando la propria forza – e la forza di accettare la meravigliosa forza di Rocco, che affronta il cancro come una partita difficile ma non diversa da tante altre – nella meditazione. Qualche anno dopo, quando ormai Rocco, guarito, è nel tempo felice e ansioso dei controlli periodici, la madre comincia a raccogliere dalla memoria, in testi brevi come appunti o distesi in piccole narrazioni, i ricordi della battaglia. Una sorta di diario a posteriori che è il diario della malattia, del lavoro medicale, della vita ospedaliera, della paura e della speranza, ma anche il diario di una crescita e di un rafforzamento interiore. Un racconto intenso e commovente che è anche una guida alla scoperta della propria dimensione spirituale.

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
13/11/2019
Ogni giovedì microfono aperto per l’Archivio ...
Cultura
08/11/2019
Al Forum per il diritto allo studio tenutosi oggi a Lecce ...
Cultura
07/11/2019
Venerdì sera il sipario del Politeama Greco di Lecce si aprirà per lasciar ...
Cultura
03/11/2019
Le iniziative  si inseriscono nell'ambito del Convegno ...
La pediculosi può essere un incidente di percorso che capita anche alle famiglie molto attente alla cura e ...
clicca qui