Tre Tac fuori uso nel Salento, polemiche sui disservizi sanitari

mercoledì 3 luglio 2019

Il consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, chiede all’Asl di non far pesare il disservizio sui pazienti.

“La rottura delle due Tac negli ospedali di Scorrano e Galatina, mentre è in fase di riparazione un’altra dell’ospedale di Gallipoli è sicuramente una di quelle notizie che meglio rappresentano la situazione della Sanità pugliese, specie in questo periodo di ‘nuove’ inaugurazioni”. È quanto dichiara il consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, che chiede all’Asl un intervento per non far pesare il disservizio sui pazienti salentini.

“Ben vengano – prosegue - nuovi presidi sanitari, ma continuando a mantenere efficienti quelli esistenti, specie se si tratta di strumentazione indispensabile nella diagnostica di problematiche sanitarie serie. Una Tac, sia chiaro, si può rompere e magari si potesse sapere preventivamente quando succede. Sono macchine, una buona manutenzione può essere utile, ma a volte non basta. Tutto questo, però, non può essere fatto ‘pagare’ ai pazienti”.

“Per questo – conclude - invito il direttore generale della Asl di Lecce a provvedere con urgenza a dare un’alternativa a chi aveva prenotato una Tac in questo periodo nei tre ospedali. Sarebbe impensabile che dopo aver atteso tanto tempo, gli stessi dovessero subire l’onta di una nuova prenotazione a distanza di tanto tempo. Questo sarebbe davvero insopportabile”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
05/08/2019
Una “fermata” per cambiare il pannolino e fare ...
Sanità
05/08/2019
Sedici gli operatori a lavoro per tutto il mese di agosto. Il servizio gratuito di ...
Sanità
27/07/2019
Tecniche nuove “made in Salento” e ...
Sanità
26/07/2019
Installati cinque nuovi defibrillatori nelle strutture ...
Dopo il caso di Bibbiano, si è acceso un faro sugli affidi in tutta Italia. Abbiamo ascoltato un professore ...
clicca qui