Cane legato e trascinato da un’auto: arrivano le denunce

giovedì 20 giugno 2019

In un video che circola in rete, si vede il povero animale agganciato alla parte posteriore di un Suv. È accaduto ieri sulla vecchia Trani-Barletta.

Non è ancora chiaro se sia stata una tragica fatalità oppure un atto premeditato quello ripreso da un video ieri sulla vecchia Statale 16 nel tratto che collega Trani a Barletta. Nelle immagini si vede un cane legato alla parte posteriore di un Suv nero.

A far fermare l’auto, i passeggeri di un’altra auto che hanno segnalato il fatto al guidatore. Il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, insieme al consigliere comunale Raffaella Merra e all’assessore Michele di Gregorio ha presentato in Procura la denuncia per il maltrattamento del cane, affinché siano prese le dovute iniziative nei confronti dei soggetti responsabili, come previsto dalle leggi vigenti in materia di tutela degli animali da affezione.

La denuncia permetterà di chiarire gli aspetti della vicenda: in un altro video che circola in rete, il proprietario del cane, spiega che l’animale è salvo e che si è trattato di un tragico errore.

Secondo Enrico Rizzi, Presidente del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali Onlus la tesi dell’errore è poco credibile.

“Secondo la tesi di questo genio - scrive Rizzi - il cane si sarebbe chiuso nel vano posteriore da solo e legato, poi lo sportellone si sarebbe accidentalmente aperto e sarebbe scivolato rimanendo incastrato con lo sportellone che una volta aperto, si sarebbe magicamente richiuso da solo e lasciando quindi il cane incastrato. Il tutto, mentre due persone a bordo (guidatore e passeggero) non si sarebbero mai accorti di nulla. Questo simpatico personaggio è convinto di vivere su Giove o su Marte e di poter prendere in giro l'Italia, facendo tutti fessi. È chiaro che il cane è stato legato da qualcuno. Non sono certo io a dire chi è stato, ma dovrà stabilirlo la Magistratura. Detto ciò, pur se fosse come dice il personaggio, questa gente non è all'altezza di gestire un animale, salvato miracolosamente grazie alla ragazza che ha fatto fermare l'auto. Proprio per questo e come già annunciato ieri - conclude Rizzi - a brevissimo mi reco dai Carabinieri per sporgere denuncia e chiederò ai sensi dell'art. 321 c.p.p. di procedere all'immediato sequestro penale del cane (dal video si evincono chiaramente delle ferite) onde evitare che il reato di maltrattamento di animali possa essere ripetuto o portato a conseguenze ulteriori”.

Altri articoli di "Lecce"
Lecce
22/08/2019
L’allarme lanciato da Coldiretti Lecce, che parla dei ...
Lecce
22/08/2019
La decisione della società per non penalizzare i ...
Lecce
22/08/2019
La Questura, di concerto con il Prefetto, ha disposto il rimpatrio per tre ...
Lecce
22/08/2019
La soddisfazione da parte della segreteria generale della ...
 In pieno agosto i pediatri stanno riscontrando in molti dei loro piccoli pazienti disturbi ...
clicca qui