Europee 2019, italiani alle urne: modalità di voto e candidati salentini

sabato 25 maggio 2019

Non solo amministrative nella tornata elettorale di domenica 26 maggio: si vota, infatti, per il rinnovo dell’Europarlamento e, in Italia, per eleggere i 76 membri che spettano al Paese.

Il territorio nazionale è diviso in 5 circoscrizioni con diverso ordine di simboli e colore di scheda elettorale: Nord-Est (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna), scheda marrone, con a disposizione 15 seggi; Nord Ovest (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia), scheda grigia con 20 seggi a disposizione; Centro (Toscana, Umbria, Marche, Lazio), scheda fucsia per 15 seggi a disposizione; Sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria), scheda arancione per 18 seggi da assegnare; Isole (Sicilia e Sardegna) con scheda rosa e 8 seggi a disposizione.

La legge elettorale in Italia per le Europee

In Italia vige un sistema elettorale proporzionale con soglia di sbarramento al 4%. I 76 seggi che spettano all'Italia saranno scelti con il principio proporzionale dei voti presi, con un unico limite: la soglia di sbarramento al 4%. Quei partiti che a livello nazionale non raggiungeranno almeno quella soglia non entreranno nell'europarlamento.

Non sono previste coalizioni, con l'eccezione della possibilità di collegamento per le liste delle minoranze linguistiche con un'altra lista.

Come votare alle Europee 2019: un segno e tre preferenze

L'elettore dovrà scegliere una delle liste semplicemente facendo un segno sul simbolo relativo. Inoltre può esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il nome dei candidati negli spazi accanto al simbolo.

Nel caso in cui l'elettore esprima più di una preferenza, è obbligatoria l’alternanza di genere: ovvero, quando si votano due o tre persone, non possono essere tutte dello stesso sesso. Se il principio non viene rispettato, si annullano la seconda e la terza preferenza. Non è ammesso il voto disgiunto. 

Quando si vota

In Italia si vota domenica 26 maggio, dalle 7 del mattino alle 23. Per votare, serve un documento d’identità e la tessera elettorale.

I candidati salentini

Sono dieci i candidati salentini presenti nelle varie liste in corsa per il Parlamento Europeo: si tratta di Crocifisso Aloisi (Europa Verde), Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano (Partito Democratico), Filomena D’Antini (Forza Italia), Eleonora Stomeo (Più Europa), Andrea Caroppo (Lega Salvini), Roberto Pano (Partito Comunista), Raffaele Fitto (Fratelli d’Italia), Giuseppe Morelli (Popolari per l’Italia), Maria Cristina De Pascalis e Carlo Barbano (Popolo della Famiglia).

Le liste complete sono consultabili sul sito del Ministero degli Interni, qui.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
18/07/2019
Dopo la sentenza della Consulta i consiglieri hanno ...
Politica
18/07/2019
Scoppia la polemica sulla mancata presenza della ...
Politica
17/07/2019
Applicata la Legge Severino nei confronti del primo ...
Politica
17/07/2019
Dalla consigliera di parità della Regione Puglia partita una diffida al sindaco. ...
Con l’aiuto del dermatologo, dottor Eugenio Romanello, abbiamo fatto chiarezza sulle cure che riguardano ...
clicca qui