Blitz alle porte di Lecce: 4 chili di droga sequestrata, 2 arresti

sabato 13 aprile 2019

Operazione dei carabinieri all'alba di ieri in una masseria tra Lecce e Surbo. In manette un 39enne e un 20enne.

Blitz antidroga alle porte di Lecce: sono scattate all'alba di ieri le manette ai polsi di due spacciatori, nell'ambito di una vasta operazione dei carabinieri della compagnia di Lecce che ha portato al sequestro di quasi 4 chili di droga.

In manette sono finiti Pompeo Vitale, 39enne e Teodoro Vitale, 20enne. Da diverso tempo i carabinieri della compagnia di Lecce tenevano sotto attenta osservazione quella che sembrava essere una fiorente attività di spaccio che si teneva quotidianamente nelle vicinanze delle masserie denominate "Li Manzi” nel territorio compreso tra Lecce e Surbo. 

I carabinieri avevvano infatti riscontrato un notevole “movimento” di persone che, solo per un brevissimo lasso di tempo, si recavano in quell’area decisamente isolata e difficilmente controllabile, verosimilmente solo per acquistare la droga.

Alle prime luci dell’alba di ieri è scattata la perquisizione. L’attività è stata svolta anche con l'ausilio del nucleo carabinieri cinofili di Modugno e del neo istituito Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia, componente dell’arma dei carabinieri specializzata in interventi operativi in aree particolarmente impervie, che ha garantito la positiva riuscita dell’operazione.

I due arrestati, entrambi gravati da pregiudizi, sono stati trovati in possesso di un cospicuo quantitativo di sostanze stupefacenti nonché materiale per il confezionamento delle dosi, destinate alla vendita. Presso l’abitazione di Vitale Pompeo sono stati trovati complessivamente circa 80 grammi di cocaina e 190 grammi hashish, mentre presso l’abitazione di Vitale Teodoro sono stati trovati circa 17 grammi di cocaina e 12 grammi di marijuana.

A casa del primo è stata riscontrata la presenza di un imponente sistema di videosorveglianza, con decine di telecamere collocate su tutto il perimetro della proprietà, che potevano essere visionate da quasi tutti gli ambienti dell’abitazione, compresa la camera da letto, nonché dalle abitazioni limitrofe in uso ai parenti.

Durante le fasi dell’accesso uno degli arrestati ha tentato di disfarsi di parte della sostanza stupefacente gettandola nel wc, tuttavia i militari, interrompendo il flusso degli scarichi idrici hanno recuperato la droga. 

Durante il controllo, in un’area campestre più lontana dalle due masserie oggetto di perquisizione, i militari hanno individuato un pozzo dismesso, che consente di accedere ad una grotta sotterranea posta a due metri di profondità, all’interno della quale è stata trovata anche una pistola cal.22 con relativo munizionamento, 2 chili di marijuana e 55 grammi di cocaina sui quali sono in corso ulteriori accertamenti.

I due, al termine delle attività di polizia giudiziaria, sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Lecce.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
21/08/2019
Gli agenti della polizia hanno agito sotto copertura per 30 ...
Cronaca
21/08/2019
I carabinieri hanno arrestato entrambi: si tratta di un ...
Cronaca
21/08/2019
Una lettrice ci scrive e ci mabda le foto della situazione ...
Cronaca
21/08/2019
Le fiamme sono state notate sul pavimento del gazebo del ...
Il professore Salvatore Nuzzo, psicologo e psicoterapeuta di lungo corso, ha scritto un libro sulla necessità di ...
clicca qui