Gravi carenze in materia di sicurezza, scatta il fermo ad Otranto per un rimorchiatore albanese

mercoledì 3 aprile 2019
Il natante è stato controllato dalla Guardia Costiera e dovrà ovviare alle criticità prima di ripartire.  

Gravi carenze in materia di sicurezza personale e ambientale. Un rimorchiatore battente bandiera albanese è stato bloccato nel porto di Otranto dagli uomini della Capitaneria di Porto di Gallipoli a seguito di un'ispezione volta a garantire il rispetto delle convenzioni internazionali per la salvaguardia della sicurezza della navigazione e della vita umana in mare (Port State Control).

Il fermo della nave “Adriatik” è scaturito dall'accertamento di gravi carenze fonte di potenziale pericolo per la sicurezza della nave e dell'ambiente. In particolare, durante la visita è stato riscontrato il malfunzionamento degli impianti rilevazione ed estinzione incendio di bordo, l’insufficiente pulizia della sala macchine, nonché l’assenza-mancato aggiornamento delle carte nautiche e delle pubblicazioni previste per intraprendere la navigazione verso il successivo porto in Grecia. Tali carenze facevano ritenere agli ispettori della Guardia Costiera di Gallipoli che la nave si trovasse in una chiara condizione sub standard, cioè al di sotto delle condizioni minime di sicurezza richieste dalla normativa internazionale per la sicurezza dell'equipaggio e della nave e per la prevenzione dell'inquinamento marino. La nave, prima di poter ripartire, dovrà eliminare tutte le deficienze accertate, con ulteriore visita di controllo da parte della Guardia Costiera.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/09/2019
Le accuse sono di associazione mafiosa, traffico e spaccio di stupefacenti, estorsione, ...
Cronaca
17/09/2019
Gli episodi immortalati dalle telecamere fatte installare ...
Cronaca
16/09/2019
L'operaio stava lavorando in un'autofficina di ...
Cronaca
16/09/2019
Il racconto di uno dei due protagonisti in un'intervista ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui