Sit-in degli operatori dell'integrazione scolastica: "Nuovo stallo dopo mesi di trattative"

venerdì 22 febbraio 2019

Nuovamente in protesta gli operatori che prestano assistenza ai bambini disabili nelle scuole della provincia.

Sit in degli operatori dell'integrazione scolastica presso la sede della Asl nel pomeriggio di oggi per “protesta contro le innumerevoli incongruenze che l'azienda e la Regione mettono in atto nel gestire un servizio così delicato come quello dell'assistenza specialistica dei bambini disabili”.
“Dopo tante traversie lavorative – si legge nella lettera che i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil hanno inviato ai direttori generali, sanitario e amministrativo Asl – sembrava che qualche mese fa, grazie anche ad alcune sentenze favorevoli si potesse arrivare al riconoscimento ed inquadramento nella categoria B. Sembrava che stesse finalmente per trovare luce una soluzione condivisa, una forma di concordato che riconosceva in parte le mansioni effettivamente svolte dagli operatori nelle scuole dell'obbligo della città che fino ad oggi, per spirito di servizio e sensibilità umana, hanno continuato a svolgere assistenza sanitaria alla persona pur rimanendo inquadrati con la qualifica di ausiliari. Oggi si assiste ad un atteggiamento di vera e propria schizofrenia delle istituzioni che sembrano intenzionate a ricorrere in Cassazione avverso alle sentenze della Corte d'Appello di Lecce”.

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
06/12/2019
L'azienda ha presentato il suo piano industriale al tavolo ...
Economia e lavoro
04/12/2019
I quindici dipendenti del punto vendita di Surbo-Mongolfiera rischiano di perdere il ...
Economia e lavoro
04/12/2019
Il report di Coldiretti Puglia: "Mancano centri di ...
Economia e lavoro
04/12/2019
Coldiretti: "Preoccupa il numero di infezioni in aumento ad Ostuni" Continua ...
Gli esperti partono da un concetto chiave quando si parla di medicine da somministrare ai più piccoli: non ...
clicca qui