Emma "pro migranti": dal palco grida "Aprite i porti!"

giovedì 21 febbraio 2019
Emma Marrone, in concerto al Palasele di Eboli, manifesta la sua posizione di contrarietà alla politica del Governo sull'immigrazione: fan in delirio e polemiche.

Emma la 'pasionaria', Emma che non le manda a dire, Emma che grida dal palco del Palasele di Eboli: "Aprite i porti!".
La cantante salentina Emma Marrone è al centro di un turbinio di polemiche e di solidarietà. Durante il concerto a Eboli, tra una canzone e un'altra, ha difatti gridato un inequivocabile "Aprite i porti", segno di una sua chiara posizione di contrarietà alla politica del Governo Salvini sulla questione immigrazione. Il messaggio, arrivato forte e chiaro - come da programma - non ha mancato di suscitare una reazione tra chi ha assistito al concerto e chi, pur non essendoci, non ha invece gradito questa netta presa di posizione. L'artista già in passato si era schierata a favore di alcune battaglie sociali. D'altra parte non è la sola nel mondo dello star system ad aver scelto di esprimere un pensiero sulla politica di chiusura all'immigrazione, cavallo di battaglia del ministro dell'Interno Salvini e del Governo Lega-M5S. Anche Papa Francesco, qualche giorno fa, si era prestato ad un selfie con in mano una spilletta con lo stesso slogan. 
A gradire invece il fuori programma i tanti suoi fan, che l'hanno acclamata a gran voce.
In chiusura di concerto, come a voler ribadire il concetto, ha poi esclamato: "Fai bene e dimentica, fai male e pensa".
Altri articoli di "Curiosità"
Curiosità
15/09/2019
Un'accoglienza calorosa e festosa quella che ha circondato ...
Curiosità
13/09/2019
Il giocatore ha scelto la modalità Frequente verificando sul monitor la ...
Curiosità
13/09/2019
Qualche giorno fa una imponente tempesta elettrica ha sorvolato la nostra regione. Nel ...
Curiosità
12/09/2019
Un'impresa sportiva ed emotiva assieme quella intrapresa da Andrea De Carlo, classe 1984 ...
Il Ministero della Sanità, nel 2001, ha istituito un’importante fonte di informazione sanitaria, ...
clicca qui