Movimenti civici alzano la voce: "Serve cambio di metodi e uomini"

martedì 15 gennaio 2019

Un tavolo di confronto sui temi, sui programmi e sulle necessità della città: è quanto affrontato nell’incontro di ieri tra le associazioni e i movimenti civici leccesi.

Un tavolo allargato del civismo leccese per chiedere di essere protagonisti nelle scelte della città: è quanto emerso nell’incontro di ieri a cui hanno preso parte il Movimento Regione Salento, MoviMenti, Movimento Popolare Leccese, Sentire Civico, Movimento in Libertà, Nuovo Umanesimo e Andare Oltre.

Si sono poste così le basi per un possibile percorso condiviso che parta da un’esigenza comune avvertita, ovvero quella di imprimere a Lecce un deciso e netto cambio di marcia, nei metodi e nei volti. È forte, infatti, l’auspico di rinnovamento che tutte le sigle civiche riunite chiedono: un rinnovamento nei metodi, nelle scelte, nelle priorità, ma che non può prescindere anche da un rinnovamento della classe dirigente.

“È finito il tempo – si legge in una nota - di amici e parenti: con la politica del passato c’è da operare una cesura netta. Si parte da una solida base programmatica, con molti spunti forniti dai temi cari ad ogni movimento. Da ribaltare, tuttavia, c’è il modo di intendere e fare politica: il polo civico oggi riunito per la prima volta ha una sua forte identità ed è pronto a dire la sua. Siamo, ad ogni modo, aperti al dialogo con chiunque avverta la stessa, seria, esigenza di cambiamento radicale”.

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
13/09/2019
Martedì conferenza stampa di presentazione della ...
Politica
13/09/2019
Scelto anche il docente Mario Turco, dell'Università ...
Politica
13/09/2019
Sandrina Schito, prima cittadina di Copertino, si è ...
Politica
12/09/2019
Al tavolo SEPAC Regione, ASL e sindacati. Accordo trovato per il passaggio di categoria, ...
Abbiamo già scritto che la carie trascurata può persino intaccare alcuni organi (causando raramente anche ...
clicca qui