Carcassa di delfino spiaggiata e trafugata, la Capitaneria difende il proprio operato

mercoledì 9 gennaio 2019

Nota della Guardia costiera che risponde indirettamente all’assessore all’Ambiente Mignone.

Sulla vicenda della carcassa di delfino, spiaggiata a Torre Rinalda e trafugata nelle scorse ore, l’Ufficio locale marittimo difende il proprio operato, in una nota, e rispondendo indirettamente alle polemiche circa il non tempestivo intervento.

Nelle scorse ore, infatti, l’assessore all’ambiente Mignone, lanciando l’allarme sul pericolo che il delfino possa essere immesso nel mercato ittico, venendo spacciato per tonno, aveva precisato di “non voler entrare nel merito della tempestività o meno delle autorità che avrebbero dovuto provvedere alla rimozione del povero delfino”.  

“Nel caso di specie – si legge nella nota della Guardia costiera -, trattandosi di un delfino morto, i militari dell’Ufficio Locale marittimo di San Cataldo hanno correttamente posto in essere gli accertamenti di rito notiziando tempestivamente gli Enti cui la vigente normativa demanda a vario titolo competenze in materia di smaltimento della carcassa, esulando, quest’ultima, dalle incombenze poste in capo alla Guardia costiera”. 

Altri articoli di "Animali"
Animali
13/08/2019
La causa è dovuta alle barriere colabrodo dell’Unione europea e anche ai ...
Animali
13/08/2019
Coldiretti Puglia lancia l’allarme sugli effetti negli allevamenti: meno 15% di ...
Animali
05/08/2019
Casi di punture a San Cataldo nella giornata di ieri. ...
Animali
04/08/2019
Si tratta di una specie aliena, come chiarisce la ...
 A guardarlo sembra un piccolo mostro fatto di ossa, sebo, denti e capelli, ma con una semplice operazione il ...
clicca qui