Strasburgo, attentato al mercatino di Natale: morti e feriti. Anche Fitto bloccato nell'inferno

martedì 11 dicembre 2018

Gli spari si sono registrati attorno alle 20 da parte di un 29enne, ora braccato dalla polizia locale. Bloccato in un ristorante l’ex ministro con la sua famiglia.

Terrore e morte nel centro di Strasburgo, in Francia, dove in un mercatino di Natale, attorno alle 20, un uomo, identificato come Cherif C., 29enne, ha aperto il fuoco sulla folla in rue des Grandes-Arcades.

Secondo le fonti ufficiali, ovvero la prefettura di Bas-Rhin, sarebbero almeno due i morti nell’attentato e undici i feriti, di cui sette gravi. Si tratta, però, al momento di un bilancio provvisorio, visto che ci sono altre agenzie che farebbero salire il numero delle vittime già a quattro.

Il centro della città è stato bloccato per un raggio di 200 metri attorno alla piazza Gutenberg per permettere alle forze dell’ordine di intervenire per bloccare il killer, al momento asserragliato in un quartiere della città. È in corso, dunque, il blitz della polizia francese per cercare di stanare l’assassino, come detto, un 29enne già noto alle forze dell’ordine, ritenuto un “criminale comune” che si sarebbe radicalizzato. 

Una seconda operazione della polizia sarebbe in corso a Place Broglie, in un altro punto del centro storico di Strasburgo, stando a quanto riferito dalle istituzioni cittadine, in quanto sarebbe stato individuato un secondo sospettato che sarebbe implicato nella sparatoria.

Nell’inferno di Strasburgo, ci sarebbero anche alcuni europarlamentari italiani, impegnati al Parlamento europeo: tra loro anche il salentino, Raffaele Fitto, sul posto assieme alla sua famiglia e che, al momento, come informa attraverso i social, si trova bloccato con colleghi e altri clienti in un ristorante del centro, dove in molti hanno cercato rifugio. Dal suo profilo Twitter scrive: “Siamo chiusi in un ristorante ma stiamo bene. A Strasburgo avevo voluto portare mia moglie e i miei bambini per fargli vivere l'atmosfera natalizia e invece ci ritroviamo a vivere un incubo: attacco terroristico al cuore dell'Europa. Vicinanza alla Francia ancora una volta ferita”.

In contemporanea, prosegue al Parlamento Europeo, come annunciato dal presidente, Antonio Tajani, la seduta plenaria in un contesto blindato. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/11/2019
L’incidente sulla provinciale che collega Galatina a ...
Cronaca
17/11/2019
Un balordo, al momento ignoto, nel pomeriggio di ieri si ...
Cronaca
17/11/2019
È scomparso nelle scorse ore uno dei volti più noti del volontariato ...
Cronaca
17/11/2019
Il colpo nella serata di ieri a Veglie: si cerca il bandito ...
Uno spot della Regione Puglia con Lino Banfi sottolinea il rischio dell’influenza del falsi miti sui vaccini: dal ...
clicca qui