Abbandono e degrado nel rione San Pio: la denuncia del Comitato Nuova Rudiae

martedì 6 novembre 2018

"Alcune situazioni stanno degenerando in fatto di igiene e di pubblica incolumità" dichiara Leo Ciccardi "una situazione che mortifica i cittadini".

Degrado e abbandono nel rione San Pio: la situazione di incuria urbana in un contesto generale di strutture e infrastrutture che dovevano essere realizzate e finite già da oltre dieci anni, continua a mortificare i cittadini. E' questa la denuncia che parte dal Comitato Popolare Nuova Rudiae.

"Alcune situazioni stanno degenerando in fatto di igiene e di pubblica incolumità. - dichiara il presidente Leo Ciccardi - E' il caso di alcuni alloggi fatiscenti, come quelli gestiti dall’A.R.C.A. Sud Salento o dal Comune in via Sozy Carafa: già da tempo disabitati e murati per essere abbattuti, senza la corrente elettrica e abitati da colonie di topi, oggi sono occupati da indigenti che, vista la mancanza di servizi igienici usano la fontanina del vicino parco Corvaglia e quella monumentale del parco Balsamo.

E’ di alcuni giorni fa la notizia del previsto recupero del parco Corvaglia - continua Ciccardi - il cui progetto prevede l‘unione con il confinante parco Balsamo, ragione per la quale le famiglie potranno godere di spazi per la rigenerazione e lo sport fisico e un’area più attrezza per i bambini.

Ancora non si ha notizia dell’apertura della ludoteca realizzata in via Sozy Carafa, la quale finalmente dopo diversi anni dall’inizio e fine dei lavori è stata assegnata con apposito bando di gara a terzi per la gestione".

Altri articoli di "Società"
Società
15/09/2019
Sono sei i nuovi parroci nominati ieri dall'arcivescovo di Lecce Michele Seccia. Con ...
Società
14/09/2019
La proposta del consigliere comunale Andrea ...
Società
13/09/2019
Il giudizio sulle istanze dei 55 contribuenti non poteva ...
Società
13/09/2019
Il numero dei volontari è quasi raddoppiato rispetto a quello dello scorso ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui