Super sentieri neobarocchi, tra arte e design

domenica 18 ottobre 2009

Riprende a fine ottobre la rassegna inserita nel programma di Puglia - Circuito del contemporaneo. Sei gli appuntamenti a Lecce, fra San Francesco della Scarpa e i Cantieri Koreja

 

“Super sentieri neobarocchi tra arte e design”, programma inserito all’interno del viaggio regionale nell'arte del presente attraverso i luoghi del passato di Puglia - Circuito del contemporaneo, riprende a fine ottobre il suo consueto tragitto culturale tutto salentino con un ciclo di eventi espositivi dal titolo “I Guerrieri della bellezza” e coinvolgendo, tra gli altri Romeo Castellucci, “Societas Raffaello Sanzio”, Cesare Ronconi, Teatro Valdoca e Francesco Schiavulli.
Il progetto regionale approvato attraverso uno specifico atto integrativo all’Accordo di Programma-Quadro “Sensi Contemporanei’ (sottoscritto dalla Regione Puglia con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato dalla Provincia di Lecce con il coordinamento della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia) dopo aver ospitato dal maggio al luglio scorsi la mostra internazionale di design curata da Marco Petroni, ora dà spazio al teatro, allargando l’obiettivo verso nuovi orizzonti.
Con i “Guerrieri  della bellezza” si intrecciano pensieri, linguaggi, vocazioni e professioni che rifiutano recinti, confini, limiti, spingendo tutto ciò che appare “attuale” verso approdi ed orizzonti di singolare interesse. Il percorso costruito con installazioni, performance e video parte da San Francesco della Scarpa (dal 31 all’8 novembre) dove Francesco Schiavulli con “Thanks il viaggio dell’Angelo Jan Fabre” rende omaggio al poeta francese soprannominato l’Omero degli Insetti. Dal 10 al 19 novembre (sempre in San Francesco della Scarpa), spazio all’installazione “Contagio” realizzata per il Teatro della Valdoca da Antonio Annichiarico. Un altare modernissimo ed una pala antica fanno da sfondo ad un film che racconta l’ultimo storico spettacolo della compagnia, realizzato negli studi di produzione cinematografica di Terni. In video le più significative produzioni di Valdoca dagli esordi ad oggi ed  un omaggio al Salento con l’intervento della compagnia ad Otranto, Lecce e Cursi nel 1996 in una pellicola inedita montata per l’occasione.
Il Teatro della Valdoca sarà nuovamente protagonista dal 13 al 14 novembre (ai Cantieri Koreja). In “Lo spazio della quiete” (nella foto) due figure femminili tracciano un templum in cui esercitarsi a percepire lo spazio e a misurare le traiettorie dello sguardo portando in scena una terza presenza, un corpo maschile, che da anni giace dentro un sonno ed al quale le due figure propongono precise domande “esistenziali” con parole silenziose come di chi ha taciuto a lungo.
Il regista Cesare Ronconi e la docente di storia del teatro e dello spettacolo all’università della Calabria Valentina Valentini dialogano il 14 novembre ai Cantieri; la “Societas Raffaello Sanzio” cura dal 21 al 29 novembre a San Francesco della Scarpa l’installazione dal titolo “Ciclo filmico Tragedia Endogonidia” . Il 21 novembre il regista Romeo Castellucci “incontra” il critico e docente dell’università di Bologna Fabio Acca; mentre il “fine rassegna” è affidato (tra il 21 ed il 22 novembre a San Francesco della Scarpa) a Romeo Castellucci ed alla “Societas Raffaello Sanzio” che presentano la messa in scena intensa e sorprendente della “Storia dell’Africa Contemporanea, volume III”. Info: 339.5238312 e 339.3449512.

 

Daniele Greco
 

Altri articoli di "Spettacoli"
Spettacoli
10/12/2019
Dopo l’accensione dell’albero di Natale in Piazza del Popolo, le ...
Spettacoli
06/12/2019
Al via il progetto “Accendiamo il Natale”: in piazza San Francesco, domani ...
Spettacoli
05/12/2019
Questo il programma completo degli eventi previsti per le ...
Spettacoli
30/11/2019
Appuntamento stasera al Teatro Apollo di Lecce per l’attesa ...
La ricerca continua a fare enormi passi in avanti per studiare diverse patologie come l’epilessia. La ...
clicca qui