“Niente giudizi sbrigativi sui risultati elettoriali”, il Pd di Nardò respinge le accuse

giovedì 28 febbraio 2013

I commenti del dopo voto a Nardò non hanno risparmiato la campagna del Partito Democratico cittadino. 

“Qui nessuno si nasconde: il risultato delle elezioni non è quello che ci aspettavamo. Quanto però alla ‘miopia’  e all’assenza di strategia di cui viene accusata la segreteria provinciale rispetto alla città di Nardò, rimandiamo le accuse al mittente. La politica non se ne fa nulla di giudizi sbrigativi”. È diretto il segretario provinciale del Pd Salvatore Capone  sulle accuse rivolte al partito sulla “scarsa intraprendenza” e “lungimiranza politica” a causa dei risultati elettorali di Nardò. “La campagna elettorale è stata fatta come sempre da tutto il partito, riunito e compatto dopo il congresso che ha eletto il nuovo segretario.

Un congresso, sono costretto a ripetere ancora una volta, organizzato secondo le regolari procedure -ha proseguito Capone- Il Pd, elezioni o non elezioni, resta unito a pronto ad affrontare nuove sfide. In modo responsabile, come sempre, presa coscienza dei nostri errori riavvieremo la discussione interna al partito ma soprattutto il dialogo con i cittadini. Saremo sempre a disposizione per confrontarci e aprirci a opinioni sia della società che dei gruppi dirigenti che decidono però di stare con costanza e non a correnti alternate dentro il Partito Democratico”.

“Il congresso, organizzato alla luce del sole, ha segnato un nuovo capitolo del Pd neretino. In questa campagna elettorale abbiamo lavorato insieme e senza sosta come da tanto tempo non avveniva nel nostro partito. E ancora una volta uniti affronteremo le problematiche rispetto alle quali ci hanno messo i risultati elettorali”, ha puntualizzato Diego Marchese, segretario del Pd di Nardò. “Non è andata come avremmo voluto ma puntare ancora una volta il dito contro il Pd neretino è puro e sterile accanimento. Così come le accuse dell’ex assessore Tarricone: non siamo né pseudointellettuali né generali. Non siamo stati i primi alle elezioni, ma fortunatamente noi del PD come pochi altri in politica amiamo stare per strada in mezzo alla gente e non rinchiuderci nei palazzi del potere”.

 
Altri articoli di "Politica"
Politica
20/08/2019
Il consigliere regionale pentastellato chiede che la ...
Politica
19/08/2019
Oggi, a Palazzo dei Celestini, i sindaci hanno espresso il ...
Politica
18/08/2019
Il consigliere regionale del M5S torna a chiedere ...
Politica
15/08/2019
Polemica politica a Maglie dopo la decisione di chiudere la ...
Il bambino con disturbi dello spettro autistico non comunica, non guarda negli occhi: dà tutta una serie di ...
clicca qui