Bufera in Ateneo, Pd e Udu chiedono una tregua

venerdì 10 agosto 2012
L’Unione degli universitari interviene sulle polemiche che hanno sconquassato l’Università del Salento. “L’Università ha problemi più seri. La classe politica si occupi di questo e non di lotte personalistiche”. Il Pd: "Attacco mediatico. Più rispetto per la prima azienda salentina". Bellanova: "E' necessario fare chiarezza"


L’Udu non ci sta. E in un documento richiama tutti all’ordine. Poco importano al sindacato studentesco le polemiche interne all’Ateneo, giocate a suon di carte bollate, in merito a presunte irregolarità e poco democratiche pratiche di gestione. La polemica, in un momento come questo, per l’Udu è quanto meno inopportuna. Non entra infatti nel merito della vicenda, ma ritiene che, in un momento in cui l’università è sotto un gravissimo attacco da parte  del Governo, queste vicende possano solo spostare l’attenzione da quelli che sono i problemi più gravi e più urgenti. Il richiamo allora è per tutti. A cominciare a quel mondo politico salentino, dicono, “Tanto attento alle polemiche e così distratto sui temi più importanti”
 “Riteniamo irritante e frustrante per tutti gli studenti dell’Università del Salento leggere sui giornali ormai da molti mesi, di scontri interni al mondo accademico, proprio nel momento in cui l’università è palesemente sotto attacco, dopo le ultime riforme portate avanti dal Governo, e di cui sarebbe necessaria un’ampia riflessione. Come al solito, invece, ci ritroviamo di fronte a dibattiti esclusivamente personali, che nulla hanno a che fare con la crescita della nostra università. Come al solito per alcuni attori del mondo accademico Salentino ogni occasione è buona per fare polemica, poco importa se si tratta di un concorso, di un verbale del CDA da annullare o di un ricorso al Tar. Quello che sappiamo è che da irresponsabili far annullare un consiglio d’amministrazione (in cui erano presenti molte decisioni in favore agli studenti) o sabotare il Senato Accademico in cui si discuteva l’offerta formativa. Ci stupisce, inoltre,” continuano “come la dormiente classe politica locale si risvegli solo per alimentare le polemiche, mentre continua a tacere sui reali problemi dell’università. Saremmo molto più interessati a capire qual è il loro punto di vista sulla manovra per l’aumento delle tasse agli studenti universitari, contenuta nella Spending Review, che nell’ultima settimana i rappresentanti locali hanno votato alla Camera e al Senato. (...) Ci faremo carico di portare all’interno degli organi accademici le questioni che interessano la crescita dell’università e chiediamo a tutti di abbassare i toni di queste polemiche dal retrogusto elettorale. Evidentemente, né alle organizzazioni sindacali né all’amministrazione interessa realmente risolvere i problemi storici che la nostra università si porta avanti da anni, ed è su questo che tutti quanti dovremmo interrogarci”.

Il Pd, d'altro canto, non se le lascia dire. Chiamato in causa anche per la Interrogazione Parlamentare presentata sul tema dalla deputata Bellanova, interviene sulla questione chiedendo più rispetto per la prima azienda del Salento e  scaricando la responsabilità della bagarre sui media: "
L’attacco mediatico che l’Università sta subendo per una vicenda che poco o nulla ha a che vedere con la qualità della ricerca e della didattica dell’Ateneo Salentino, mortifica le centinaia di studenti, personale tecnico amministrativo, ricercatori e docenti, che quotidianamente lavorano per rafforzare il ruolo dell’Università pur in un contesto socio economico in grande difficoltà".

E la Bellanova aggiunge: "Ho ritenuto giusto chiedere al Ministro di adoperarsi con celerità per sgombrare il campo circa i dubbi che campeggiavano sull’Università di Lecce perché ritengo che studenti, lavoratori, docenti e cittadini debbano poter esser certi che i criteri adoperati, in un luogo che è il fulcro del sapere e della conoscenza, siano quelli della meritocrazia e della trasparenza. I problemi posti dai ragazzi dell’UDU sono condivisibili ed proprio su questi temi il PD ha battagliato anche duramente in Parlamento affinché le riforme non si trasformassero in un mero taglieggiamento a carico di studenti e famiglie con annessa riduzione di servizi offerti. Sarei felice di poter approfondire il confronto con i rappresentanti dell’UDU circa il tema dell’Università, mi auguro che quanto prima si rendano promotori di un incontro al quale sin da ora confermo la mia disponibilità a partecipare”.
Altri articoli di "Cultura"
Cultura
14/11/2019
Venerdì 15 novembre, alle ore 16.00, presso il ...
Cultura
13/11/2019
Ogni giovedì microfono aperto per l’Archivio ...
Cultura
08/11/2019
Al Forum per il diritto allo studio tenutosi oggi a Lecce ...
Cultura
07/11/2019
Venerdì sera il sipario del Politeama Greco di Lecce si aprirà per lasciar ...
Uno spot della Regione Puglia con Lino Banfi sottolinea il rischio dell’influenza del falsi miti sui vaccini: dal ...
clicca qui