Bufera in università, il caso salentino arriva in Parlamento

martedì 7 agosto 2012
Interrogazione della Bellanova, Pd “Intervenga il Ministro per fare chiarezza”

I sindacati chiamano e Teresa Bellanova risponde. Non si è fatta attendere la risposta della Bellanova all’appello lanciato dai sindacati, a lei come ai suoi colleghi, per un intervento urgente in Parlamento perché fosse intrapresa un’azione ‘moralizzatrice’ nei confronti dell’amministrazione Laforgia. La deputata salentina così oggi scrive:

“Sugli organi di stampa si legge di una questione legata ad un concorso bandito dall’Università del Salento per il reclutamento di n. 3 posti di categoria C - personale tecnico – amministrativo, poi annullato e per il quale si è espresso, in questi giorni, il TAR. Dalle ricostruzioni giornalistiche sembrerebbe che il direttore amministrativo dell’Università del Salento a settembre 2011 abbia deciso di aprire i plichi e di riesaminare i contenuti degli elaborati dei vincitori. Inoltre, a conclusione del concorso, il 30 dicembre 2011, dopo aver ‘segnalato alla commissione d’esame gravi irregolarità – come segni di riconoscimento sui fogli, - e soprattutto che i compiti risultassero copiati da manuali di Giurisprudenza presenti su Internet e dal sito di Wikipedia' ha deciso di ‘annullare gli atti del concorso ricorrendo al principio dell’autotutela. Contestualmente presentò la denuncia alla Procura’.
Per concludere poi, dopo aver ricostruito la vicenda:
“In questa situazione, a parere dell’interrogante, non si può consentire che aleggi alcun tipo di sospetto sull’università salentina, poiché prima di rappresentare il luogo dove il sapere, l’approfondimento e la conoscenza trovano la loro massima espressione, questa istituzione è l’organo deputato alla formazione delle coscienze critiche dei nostri giovani. Il luogo nel quale i cittadini si aspettano ed esigono giustamente che siano rispettati i criteri della trasparenza e della meritocrazia. Se il Ministro interrogato, per quanto sopra esposto, non ritenga di dover intervenire con urgenza in questa situazione per acclarare che ogni procedura messa in essere all’interno dell’Ateneo salentino corrisponda ai criteri della trasparenza e del rispetto delle norme, ciò al fine di dissipare qualsiasi dubbio e restituire tranquillità ai cittadini salentini ed agli studenti che si affidano all’Università di Lecce per la loro formazione umana e scientifica”.
Altri articoli di "Politica"
Politica
10/12/2019
Pubblicato l’avviso di gara per l’affidamento ...
Politica
10/12/2019
Il consigliere del Movimento Cinque Stelle chiede maggiori ...
Politica
09/12/2019
L’ex governatore e ministro, oggi europarlamentare, ...
Politica
09/12/2019
I lavori saranno ultimati prima di marzo. Fra due mesi il ...
La mortalità a causa delle patologie cerebrovascolari è ancora troppo alta, senza contare che sono la ...
clicca qui