Province. Poli Bortone: "l'abolizione avrebbe portato alla Regione Salento"

martedì 24 luglio 2012

“L’abbattimento parziale delle province è veramente un gran pasticcio dal quale saremmo potuti venir fuori in maniera coerente abolendo un ente ormai privo di funzioni e ridisegnando alcuni confini regionali per rendere le istituzioni più vicine ai cittadini”.
Lo dichiara la senatrice Adriana Poli Bortone, presidente di Grande Sud. “Penso alla Puglia – aggiunge - nella quale l’abolizione delle sei province, e quindi dei 240 consiglieri provinciali, avrebbe potuto produrre due regioni: la Puglia e il Salento, con complessivamente 100 consiglieri e con la notevolissima e comprensibile riduzione di spese senza minimamente danneggiare i dipendenti delle amministrazioni provinciali che bene avrebbero potuto spendere le proprie professionalità negli enti locali e nelle regioni”.
“Peccato – conclude Poli Bortone, -  un’ ulteriore occasione mancata di riforma sostanziale delle istituzioni”.
Altri articoli di "Politica"
Politica
18/07/2019
Dopo la sentenza della Consulta i consiglieri hanno ...
Politica
18/07/2019
Scoppia la polemica sulla mancata presenza della ...
Politica
17/07/2019
Applicata la Legge Severino nei confronti del primo ...
Politica
17/07/2019
Dalla consigliera di parità della Regione Puglia partita una diffida al sindaco. ...
Con l’aiuto del dermatologo, dottor Eugenio Romanello, abbiamo fatto chiarezza sulle cure che riguardano ...
clicca qui