Cariddi lascia l'Udc, passa alla Lega e chiarisce: "Non mi candido alle Regionali"

mercoledì 29 gennaio 2020
L'ex primo cittadino ha militato per 12 anni nell'Udc: "Un partito ormai troppo ridimensionato".

L'ex sindaco di Otranto Luciano Cariddi lascia l'Udc dopo una lunga militanza per abbracciare la proposta della Lega. Le ragioni del cambio di casacca in una lettera: “Intraprendo questa nuova esperienza nella consapevolezza che il percorso seguito sin qui nel mio partito si è esaurito. L'Udc, in cui ho militato in questi dodici anni, è uscito molto ridimensionato dalle ultime consultazioni elettorali politiche, tanto da non riuscire a presentare una autonoma candidatura di proprie liste alle scorse europee- si legge nella nota - una presa d'atto doverosa che vivo con grande dispiacere, anche perché resto legato da profondi sentimenti di stima e di affetto agli amici con cui abbiamo condiviso passione e impegni politici. Ringrazio tutti e in particolare i segretari nazionale Lorenzo Cesa e regionale Totò Ruggeri, con i quali ho collaborato intensamente, e che resteranno tra i miei più cari riferimenti per le loro qualità politiche e umane.
Oggi si apre una nuova storia con il partito della Lega, dove proverò, come ho sempre fatto, a trasferire nell'azione politica quel sistema di valori che mi appartiene, e che non potrà certamente mutare, quale persona che si riconosce nell'area moderata del centrodestra, coltivando il dialogo aperto con tutti gli altri interlocutori politici.
Oggi la Lega, a maggior ragione dopo il recente congresso nazionale, si candida a rappresentare un partito su base nazionale con una vocazione popolare che ottiene consensi da un variegato spaccato di tessuto sociale costituito dalle piccole imprese, dal settore industriale, dai lavoratori del settore pubblico e privato, dai liberi professionisti, dai lavoratori autonomi, dagli operatori del volontariato.
Un'area politica che potrà ben operare anche a servizio del nostro territorio, abbandonato com'è da troppo tempo a se stesso, e in preda a così tante emergenze non più rinviabili.
[...]Riguardo ai prossimi impegni elettorali ci tengo a ribadire che non è, come non lo era anche prima dell'adesione alla Lega, mia intenzione candidarmi alle regionali”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
21/02/2020
L'europarlamentare e leader di Azione ha parlato delle ...
Politica
21/02/2020
L’amministrazione comunale di San Donato di Lecce a ...
Politica
20/02/2020
 L’incontro oggi al Quirinale. Dura critica dal ...
Politica
20/02/2020
La candidata presidente del movimento Laricchia dichiara: “Condivido scelta del ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui