“Vieni a lavorare nel mio ristorante al Colosseo”: finto chef salentino arrestato per molestie

giovedì 23 gennaio 2020

I carabinieri hanno stretto il cerchio intorno ad un 23enne della Provincia di Lecce, diventato l’incubo delle studentesse universitarie.

Aveva sparso la voce che da lì a poco avrebbe aperto un ristorante stellato, ma in realtà era solo un espediente per molestare giovani studentesse. L’incubo delle universitarie romane, in particolare della Sapienza e di Roma Tre è stato arrestato oggi dai carabinieri della stazione Aventino ed i detective del nucleo operativo del maggiore Fabio Valletta della compagnia Roma centro. Si tratta di un 23enne salentino, diventato un vero e proprio incubo.

Si appostava fuori dalle università per agganciare le ragazze con una scusa o attraverso una ricerca sui social: quando le incontrava, le afferrava da dietro, immobilizzandole e trascinandole in una zona appartata per palparle o consumare atti sessuali.  

L’origine delle violenze, lo scorso dicembre con le prime segnalazioni tanto da essere ritenuto responsabile di altri episodi, atti persecutori e molestie sessuali, ai danni di ragazze fermate per strada o a bordo di mezzi pubblici nella Capitale tra le zone di viale Marconi, Ostiense, Piramide, via del Porto Fluviale.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/02/2020
Il drammatico incidente è avvenuto in queste ore ...
Cronaca
23/02/2020
Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, ...
Cronaca
23/02/2020
Arriva anche il commento della società salentina ...
Cronaca
23/02/2020
L'azione violenta è stata rapidissima e sembra fosse ...
Mascherine consigliate ai medici del pronto soccorso leccese anche nei casi asintomatici. Dubbi sulla trasmissione ...
clicca qui