Accerchiato e costretto a togliere berretto e sciarpa, lo sfogo del tifoso interista: "Mai più a Lecce"

lunedì 20 gennaio 2020
Un tifoso della squadra nerazzurra non usa mezzi termini per definire l'accoglienza al Via Del Mare. 

Accerchiato e insultato vicino allo stadio per costringerlo a togliersi cappellino e sciarpa dell'Inter. Lo racconta in un video un tifoso della squadra nerazzurra che ieri è stato a Lecce per assistere alla partita al Via Del Mare. “Stavo mangiando un panino quando un gruppo di persone si è avvicinato a me e mi ha intimato di togliere cappello e sciarpa – dice – pensavo che stessero scherzando ma poi mi hanno anche insultato perché sono barese, davanti agli occhi di tutti, anche bambini, come se fosse normale”.

“Nel 2020 e ancora questi comportamenti- si sfoga il tifoso – che racconta di aver assistito ad altri episodi incresciosi sugli spalti dello stadio: un bambino raggiunto da una bottiglietta alla testa, un altro colpito davanti agli occhi del padre per aver esultato al gol dell'Inter, un altro spaventato che ha detto al padre di non voler più andare allo stadio”.

“Se non sapete andare allo stadio e stare con la gente, statevene a casa” conclude amaro.

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
27/02/2020
La proposta del consigliere e capogruppo di Fratelli ...
Calcio
27/02/2020
Il Comitato Regionale Pugliese della Lnd resta in attesa ...
Calcio
26/02/2020
La mezzala sarda sul prossimo impegno: "Con i bergamaschi servirà la partita ...
Calcio
24/02/2020
 La partita del Lecce di domenica sarà giocata ...
La tragica esperienza del “collasso esistenziale” può capitare a tutti. La depressione ha più ...
clicca qui